updated 2:19 PM CEST, Jul 27, 2017

Inter, il Triplete è sempre di casa. Le giovanili dominano: Primavera, Berretti e Allievi campioni d'Italia! E ora ascoltate i tifosi: si riparta dall'appartenenza

La Primavera dell'Inter Campione d'Italia 2017 ilComizio.it Facebook La Primavera dell'Inter Campione d'Italia 2017

Dopo aver vinto lo scudetto Primavera e la categoria immediatamente inferiore, la cantera nerazzurra cala il tris col trionfo dell'Under 17. Ieri sera allo stadio "Dino Manuzzi" di Cesena i classe 2000 allenati da Andrea Zanchetta hanno battuto 3-2 in finale l'Atalanta detentrice del titolo. Il successo di un grande lavoro sul settore baby. Il responsabile Samaden: "Nonostante i cambi di proprietà la società ci ha sempre creduto, altrimenti non sarebbe stato possibile arrivare a questi risultati" - (VIDEO)


Risultati immagini per foto under 17 inter campione

L'Under 17 dopo il trionfo

 

Dopo aver conquistato il titolo di campioni d’Italia con la Primavera di Stefano Vecchi e la Berretti di Gianmario Corti arriva il terzo titolo per il settore giovanile dell'Inter con la vittoria nella finale del campionato Under 17 Serie A e Serie B, i cosiddetti Allievi.

I "2000" allenati da Andrea Zanchetta, a sua volta ex ragazzo nerazzurro, hanno superato l'Atalanta, che li aveva sconfitti lo scorso anno, per 3-2 in una soffertissima gara risoltasi nei supplementari a soli due minuti dalla lotteria dei rigori. Decisiva la rete di Visconti che vale il successo dopo la doppietta di Adorante (splendido l'assist di tacco del gioiellino Merola in occasione dell'1-0), contro una fortissima formazione orobica capace di rimontare due volte, colpendo un clamoroso palo prima di capitolare definitivamente.

Si tratta del 44° titolo nazionale nella storia del settore giovanile dell'Inter. Merito anche del grande lavoro svolto dal responsabile del vivaio, Roberto Samaden, fresco di un rinnovo di contratto che non potrebbe essere più meritato. 

"Ci siamo ripresi lo scudetto Under 17 che l'anno scorso ci era sfuggito dopo una partita incredibile, che avevamo dominato - ha dichiarato ai microfoni di Inter Channel -. Credo sia importante sottolineare che Andrea Zanchetta, così come Stefano Vecchi, è tornato nelle nostre giovanili e il senso di appartenenza dimostrato è un aspetto fondamentale perché ci permette di trasmettere a tutti i ragazzi i valori che abbiamo sempre messo in evidenza. Quest'anno in Italia si è parlato poco del nostro Settore Giovanile, ma noi abbiamo pensato solo a lavorare, in silenzio. E, con un po' di fortuna, siamo riusciti a ottenere un risultato storico. Da quello che mi risulta nessuna società è mai riuscita a vincere il titolo Under 19, Under 18 e Under 17 nella stessa stagione. Negli ultimi 6 anni abbiamo disputato 20 finali, vincendone 15. Allo stesso tempo abbiamo lanciato una quarantina di professionisti che stanno giocando nei principali campionati d'Europa. Per questo dobbiamo ringraziare la società, che ci ha fatto sempre sentire il sostegno necessario dimostrando grande attenzione al nostro progetto. Adesso non ci fermiamo perché vogliamo continuare a guardare in alto, portando avanti il nostro lavoro con il supporto del club". 

 

Risultati immagini per foto berretti inter campione

La Berretti festeggia lo scudetto

 

E' ancora Triplete dunque in casa Inter, anche se "baby" e distribuito sui tre massimi campionati nazionali a livello giovanile. Stefano Vecchi, Gianmario Corti e Andrea Zanchetta sono gli "Special three" che hanno condotto i ragazzi nerazzurri a un successo di portata storica e che pochi in Italia possono anche solo sognare.

Certo, dicono oggi molti tifosi interisti: "Se l'avessero fatto gli altri, magari Juve e Milan, non si parlerebbe d'altro, mentre a noi solo due righe qua e là". La sensazione è che abbiano ragione; non si tratta di quel vittimismo di cui spesso i tifosi del Biscione sono accusati, ma di una legittima sensazione che ha un fondamento. Basti pensare a come viene trattata mediaticamente la vicenda Donnarumma. Sono in molti a pensare che a colori diversi (e a quanto pare poteva pure accadere...) la vittima non sarebbe stata la società e i toni da tragedia napoletana, favoriti anche dalla provenienza di Gigio e famiglia, non avrebbero avuto i consensi che siamo costretti a registrare.

Ma questa è un'altra storia. Parlando invece di Storia, quella che hanno scritto giovani interisti, merita di essere valorizzata in primis dalla società che in ogni caso, con tutti i suoi difetti, ha permesso con un lavoro di rara efficienza tali successi. Non ci si lamenti della dolosa indifferenza altrui se si ha la colpa di non vendere al meglio i propri meriti.

Registriamo in questo senso il consiglio e l'appello di alcuni tifosi: perché non celebrare degnamente i trionfi di questi meravigliosi ragazzi con una bella festa organizzata in grande stile? Luciano Spalletti ha lanciato in occasione della sua presentazione un motto particolarmente felice per la sua Inter: lavoro e appartenenza. Bene, proprio questi concetti sarebbero esaltati con un grande abbraccio tra i giovani campioni e i tifosi, quel popolo che, nonostante le troppe amarezze degli ultimi anni, non ha mai abbandonato i propri colori.

Proprio da un gruppo di loro arriva un'idea senza dubbio affascinante, quella di tenere l'evento all'Arena Civica di Milano. Già proprio nel cuore della città, dove "el Balilla" Meazza giocava, segnava e vinceva davanti agli occhi di un pubblico che da allora non ha mai deposto il suo orgoglio "bauscia". 

E poco importa se oggi i padroni sono cinesi (in questo Paese gli stranieri fanno scandalo solo se associati all'Inter, va beh...) e se proprio vicino all'Arena si dipani l'ormai famosa China Town milanese; oltretutto in pochi sanno che la prima comunità cinese si insediò in città negli anni '20...

Ciò che conta è che l'Inter vuole ripartire per tornare là in alto dove è giusto che stia. E da dove si riparte se non da "lavoro e appartenenza" unendo le giovani promesse vincenti all'entusiasmo antico e incrollabile del popolo nerazzurro?

Video

GUARDA LA CLIP DELLA FINALE SCUDETTO DELLA PRIMAVERA DELL'INTER
Ultima modifica ilGiovedì, 22 Giugno 2017 17:31

12°C

Milano

Mostly Clear

Humidity: 73%

Wind: 11.27 km/h

  • 28 Jul 2017 24°C 11°C
  • 29 Jul 2017 23°C 15°C