Log in
updated 1:24 PM UTC, May 27, 2020

Obama vs Putin: sanzioni per gli hackeraggi durante le presidenziali

  • Scritto da Cetto2007
  • Pubblicato in Esteri
In evidenza Obama vs Putin: sanzioni per gli hackeraggi durante le presidenziali

Il presidente americano annuncia sanzioni contro gli hacker russi che hanno turbato le elezioni presidenziali. Putin non ci sta e annuncia ritorsioni.


ULtime Notizie Tg Live:

Il presidente uscente degli Stati Uniti annuncia pesanti sanzioni nei confronti della Russia a causa degli hackeraggi ai danni del partito Democratico americano durante le elezioni presidenziali, che hanno visto il trionfo di Donald Trump. La prima azione messa in atto è l'immediata espulsione di 35 diplomatici russi perchè "persone non gradite" all'America. Nella realtà si tratta di Ufficiali russi molto probabilmente legati ai servizi segreti che, secondo il dipartimento di stato americano hanno abusato del loro status di diplomatici per compiere azioni poco chiare agli occhi del presidente Obama. Putin non fa attendere la sua risposta e attraverso un suo portavoce, ribadendo che la Russia è totalmente estranea ai gravi atti di pirataggio informatico, aggiungendo che questo modo di operare degli Stati Uniti danneggia ulteriormente i rapporti e posticipano i tanto annunciati accordi bilaterali tra le due super potenze. "Sanzioni dovute che arrivano dopo numerosi ammonimenti rivolti al overno russo" queste le parole del presidente Obama che sembra viaggiare su una strada a senso contrario rispetto al suo futuro sucessore Donald Trump. Un futuro presidente che vuole tornare a stringere forti legami politici/economici con la Russia di Putin, così da favorire gli interessi americani. Infatti il New York Times, riporta in un articolo che le ritorsioni decise da Obama sono anche l'ennesima durissima risposta del presidente uscente al suo successore. Questa azione porterà senza alcun dubbio il fututro presidente a prendere delle dure decisioni all'indomani del suo insediamento del 20 Gennaio prossimo. Revocare le sanzioni vorrebbe dire mettersi contro quella parte dei repubblicani che vedono di buon occhio l'apertura di un'inchiesta sul caso e smentire di fatto tutte le prove portate dalla CIA che ha portato a termine le indagini. Queste sono solo alcune delle azioni pubblicizzate dal dipartimento di stato, altre saranno messe in atto e non pubblicizzate così da non destabilizzare un governo già alle prese con un duro cambiamento.

Ultima modifica ilSabato, 31 Dicembre 2016 15:28

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.