updated 4:47 PM UTC, Dec 13, 2018

Las Vegas, si riapre l'inchiesta che vede coinvolto Cristiano Ronaldo (CR7)

  • Scritto da Zonca2018
  • Pubblicato in Attualita
CR7 Cristiano Ronaldo accusato a Las Vegas CR7 Cristiano Ronaldo accusato a Las Vegas

Con un video postato su Instagram CR7 parla di "Fake News" e spiega che è solo la volontà di infangare il suo nome. (IL VIDEO)


La polizia di Las Vegas torna ad indagare sul caso di violenza sessuale dopo che una donna americana di 34 anni ha fatto il nome di Cristiano Ronaldo, oggi attaccante della Juve. CR7 ha rispedito al mittente le accuse negando ogni addebito e sostenendo di non aver mai aggredito la donna nella sua camera d'hotel nel giugno 2009.

Si tratta di una "fake news" ha pubblicamente detto Domenica Ronaldo, postando un video in inglese sul suo profilo Instagram. La presunta vittima, Kathryn Mayorga che all'epoca era una dipendente del resort, afferma nella denuncia sporta nello stato del Nevada, che il 13 giugno 2009, Ronaldo l'avrebbe costretta con la forza ad un rapporto sessuale e avrebbe esercitato pressioni per farle firmare un accordo finanziario per non farla parlare.

L'avvocato della donna, Leslie Stovall con un comunicato ha dichiarato che: "La denuncia della signora Mayorga, le prove fisiche dell'aggressione sessuale, non sono delle 'fake news'". La sua versione si basa sulla voglia della donna di ottenere giustizia, chiedendo a Ronaldo di prendersi le sue responsabilità,  "incoraggiando tutte le vittime di aggressione sessuale" a perseguire penalmente i loro aggressori, anche se "famosi, ricchi o potenti"

La polizia di Las Vegas rispondendo a una domanda dell'AFP su questo caso, ha dichiarato che il 13 giugno 2009 la donna aveva di fatto denunciato una presunta violenza sessuoale alla polizia di Las Vegas, portando come prova un esame medico, però senza fornire agli inquirenti, il luogo dell'accaduto e la descrizione del sospettato. Stando alla denuncia la donna si era astenuta dal citare esplicitamente Cristiano Ronaldo, accontentandosi di descriverlo come "calciatore famoso", per questi motivi la denuncia non aveva avuto seguito e le indagini non erano state avviate.

Oggi la donna, in un'udienza presso il competente tribunale di Las Vegas, dichiara che all'epoca dei fatti avrebbe avuto paura di essere pubblicamente smentita e umiliata dalla grande popolarità di CR7 e di poter subire misure di "ritorsione" da parte del calciatore. Le autorità locali hanno riaperto l'inchiesta e cercano di ricostruire i fatti basandosi sulle dichiarazioni della donna, ma si rifiutano di fornire ulteriori dettagli sul "caso CR7".

Video

Ultima modifica ilGiovedì, 04 Ottobre 2018 09:43

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

-4°C

Milano

Partly Cloudy

Humidity: 86%

Wind: 1.61 km/h

  • 15 Dec 2018 1°C -6°C
  • 16 Dec 2018 0°C -2°C