Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 993

updated 2:03 PM UTC, Dec 9, 2019

Satira, la mano pesante di Sabina Guzzanti sulla Meloni: "Prima i campi di concentramento per gli italiani"

Toni decisamente forti nella nuova edizione dello show satirico ideato e realizzato dall'artista romana, nota per il suo impegno politico. Farà certamente discutere la sua imitazione della leader di Fratelli d'Italia maltrattata sulle posizione che esprime in materia di immigrazione e accoglienza. Il personaggio è certamente riuscito, così come quello della giornalista "aggratis" che dopo il collegamento da Montecitorio dovrà dedicarsi al lavoro di dog-sitter per portare a casa qualcosa. Sul resto si può discutere, ma non saremo noi a farlo - (VIDEO)


Giorgia Meloni piuttosto maltrattata da Sabina Guzzanti che ripropone l'imitazione della presidente di Fratelli d'Italia nella nuova edizione del suo Tg Porco. Tema l'immigrazione, l'accoglienza e il diritto d'asilo. "Basta immigrati che vengono in Italia", dice Guzzanti-Meloni, "ci rechiamo noi in Africa e con dei banchetti sapientemente collocati, il richiedente asilo viene e compila questo modulo. Noi prendiamo le informazioni necessarie e gli diciamo 'grazie, le faremo sapere noi'".

Alcuni passaggi sono certo pesantini: "Spendiamo quattro miliardi e mezzo per 'sti campi di concentramento dei profughi quando - fa dire all'ex ministra - ancora l'Italia, lo ribadiamo, i campi di concentramento per gli italiani non li ha". A cosa servono tutti quei soldi? "I soldi - spiega Giorgia-Sabina servono per pagare la Libia per fare fuori quelli che arrivano da sotto. Perché dobbiamo a stare perde tempo?". 

Vitalizi, Giorgia Meloni: " i grillini hanno fatto una proposta inutile perché non è retroattiva, così non si risolve nulla" (VIDEO)

La proposta dei grillini sulla abolizione dei vitalizi per i parlamentari viene definita da FDI inutile perchè non retroattiva, i grillini rispondono astenendosi dalla votazione alla proposta di Fratelli d'Italia. 


Ecco cosa scrive Giorgia Meloni presidente di Fratelli d'Italia, sulla sua pagina facebook in merito a quanto avvenuto al governo durante le varie votazioni che dovevano abolire i vitalizi ai parlamentari italiani: - «Udite udite: la norma proposta dal M5S sui vitalizi non varrebbe per Paolo Cirino Pomicino, Romano Prodi, Eugenio Scalfari, Antonio Di Pietro, Clemente Mastella, Mario Capanna e quelli che prendono vitalizi altissimi e quelli che li prendono grazie ad un solo giorno in Parlamento. Perché la proposta del M5S non vale retroattivamente. E quando Fratelli d’Italia (che ha votato a favore della proposta del M5S) ha proposto nell’Ufficio di Presidenza della Camera un emendamento per introdurre la retroattività è stato l’unico a votare a favore. Tutti gli altri hanno votato contro o si sono astenuti, compresi i grillini. Ipocriti».

Questo invece il nostro parere, Dura guerra quella in parlamento, intanto i cittadini devono continuare la loro lotta alla vita, continuando a pagare sempre più salate tasse... GRAZIE!

Gioco d'azzardo patologico, Viviana Beccalossi pressa il mondo del calcio: "Tavecchio mantenga le promesse e Totti rinunci a quella pubblicità"

L'assessore regionale lombardo al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Città metropolitana, team leader della Giunta in tema di ludopatia, annuncia il lancio di un nuovo bando 2017-2018 da 2 miloni di euro per il contrasto al fenomeno che ha gravi ricadute sociali. E chiama in causa il riconfermato presidente della Figc che aveva preso impegni precisi in materia. Un invito anche al capitano della Roma - (VIDEO)


“Altri due milioni di euro messi a disposizione da Regione Lombardia per i Comuni che intendono continuare assieme a noi l’azione di contrasto al gioco d’azzardo patologico e proseguire il grande lavoro messo in campo in questi anni”.

Lo dichiara l’assessore regionale al Territorio, Urbanistica, Difesa del suolo e Citta’ metropolitana Viviana Beccalossi, team leader della Giunta in tema di ludopatia, annunciando il lancio del nuovo Bando 2017-2018 destinato a Comuni, Unioni di Comuni e Comunita’ Montane per progetti di contrasto al gioco d’azzardo patologico.

NUOVO BANDO ANTI LUDOPATIA – “Il Bando – dice Viviana Beccalossi – ci e’ stato richiesto ‘a furor di popolo’ dopo il grande successo registrato da quello precedente, che ci ha permesso di finanziare 68 progetti ma soprattutto di creare una rete regionale che ha coinvolto oltre 700 Comuni e un totale di oltre 1.500 soggetti tra associazioni, Asst, Ats, scuole, parrocchie, centri giovanili”.

BANDO ARTICOLATO IN TRE LINEE – “Proprio per non disperdere questo patrimonio di esperienze -prosegue Viviana Beccalossi- abbiamo pensato di dare la possibilita’ di partecipare anche a chi ha gia’ realizzato precedenti progetti, dedicando una parte dei finanziamenti proprio ad essi, accanto a quelli presentati ex novo. Il bando e’ infatti articolato in 3 linee, di cui la prima dedicata alla prosecuzione di progetti gia’ finanziati nel precedente bando, la seconda a nuovi progetti presentati da nuovi soggetti e la terza dedicata a nuovi progetti presentati da soggetti gia’ finanziati con il precedente bando”.

PROGETTI – I progetti finanziati sulla Linea 1 (che riceveranno un contributo da 5.000 a 15.000 euro) devono garantire il rispetto di alcuni requisiti, tra cui limitate variazioni di partenariato (in funzione della numerosita’ dei partner precedenti) e la continuita’ delle azioni gia’ intraprese. I progetti finanziati sulla Linea 2 (contributo da 5.000 a 30.000 euro) sono nuovi progetti presentati da nuovi soggetti e che non hanno partner pubblici che abbiano gia’ avuto finanziamenti nel precedente bando. I progetti finanziati sulla Linea 3 ( contributi da 5.000 a 30.000 euro) sono invece nuovi progetti, ma presentati da capofila o con partner gia’ finanziati nel 2015. Gli ambiti di azione previsti nel bando sono: informazione e comunicazione, formazione, ascolto e orientamento mappatura e contestuale azione di controllo, azioni no slot, controllo e vigilanza, ricerca”.

PROGETTI ENTRO 14 APRILE – “I Comuni – continua Viviana Beccalossi – potranno presentare i propri progetti dal 13 marzo al 14 aprile. Saranno valutati da un’apposita commissione che al termine delle verifiche stilera’ una graduatoria e assegnera’ i finanziamenti entro il 31 maggio”.

CAMPAGNA NELLE SCUOLE – “La nostra lotta contro la droga del terzo millennio – conclude Viviana Beccalossi – prosegue senza sosta e a tutti i livelli: oltre alla difesa della nostra legge a livello nazionale, stiamo infatti per siglare un importante accordo che ci consentira’ di avviare una grande campagna di informazione nelle scuole lombarde. Inoltre, per fare il punto della situazione, il 29 maggio si terra’ a Milano la ‘Seconda giornata nazionale anti-ludopatia’, che vedra’ la partecipazione delle Regioni e dei sindaci impegnati contro l’azzardo patologico”.

"TAVECCHIO MANTENGA LA PROMESSA" - "Congratulazioni e buon lavoro al lombardo Tavecchio. Con una 'puntualizzazione': ora mantenga la promessa che mi ha fatto lo scorso 15 novembre quando, nel consegnargli la maglia anti-ludopatia di Regione Lombardia, mi ha garantito che una parte dei proventi derivanti dalla sponsorizzazione di una societa' del gioco d'azzardo alla Nazionale azzurra sarebbero stati destinati a combattere questa piaga sociale e che in futuro non avrebbe piu' accettato accordi commerciali di questa natura", afferma l'assessore, commentando la conferma ai vertici della Federazione italiana giuoco calcio di Carlo Tavecchio. "Tavecchio - conclude Viviana Beccalossi - mi ha comunicato che ci saremmo incontrati subito dopo il rinnovo dei vertici della Federcalcio; mi faccia sapere la data e il luogo. Vanno bene sia Roma, sia la sede della Regione o, se preferisce, anche meno istituzionalmente nella sua Ponte Lambro per un caffe'".

Giorno del Ricordo, La Russa: "Sulle foibe c'è ancora negazionismo da parte della sinistra. Sala? Non una parola sui carnefici comunisti"

Il deputato di Fratelli d'Italia a Milano per le cerimonie del 10 febbraio dedicate al massacro di migliaia di italiani e all'esodo forzato di 350 mila istriani, fiumani e dalmati dalle proprie terre alla fine della Seconda guerra mondiale. Il parlamentare ricorda la sua iniziativa per istituire una giornata dedicata a quella tragedia e attacca gli avversari politici, responsabili di un occultamento o un ridimensionamento della verità sui crimini compiuti dai partigiani del maresciallo Tito, legati a doppio filo ai "compagni" del Pci e non solo da questa parte del confine. Polemica dai toni soft, ma comunque esplicita, nei confronti del sindaco: "Bene che sia venuto, ma non ha nemmeno nominato gli autori di quelle stragi anti-italiane". La nostra intervista - (VIDEO)

Centrodestra, La Russa: "Basta leader calati dall'alto. Senza accordo si facciano le primarie"

Il deputato e cofondatore di Fratelli d'Italia ha partecipato al convegno "Alleanza per la Repubblica", organizzato dall'europarlamentare di Forza Italia, Stefano Maullu e dal consigliere regionale Vittorio Pesato. Un'occasione per discutere del presente e soprattutto del futuro di una coalizione che oggi fatica a trovare equilibri e intese su impostazioni politiche ruoli dei vari protagonisti. A margine dell'incontro che si è tenuto sabato mattina al Palazzo delle Stelline di Milano ilComizio.it ha raccolto le dichiarazioni dell'esponente del partito di Giorgia Meloni - (VIDEO)


"Quando c'era una leadership naturale (quella di Silvio Berlusconi, ndr) nessuno l'ha mai messa in discussione, ma oggi non c'è e, se non ci sarà un accordo, noi siamo per fare le primarie. Il che non esclude nessuno, e quando dico nessuno, dico nessuno. Non è più tempo di leader calati dall'alto; oggi invece se si vuole tornare a vincere bisogna capire che la leadership non può essere divina ma viene dal basso. Noi abbiamo presentato una proposta per regolamentare per legge le primarie, ma non ha raccolto molto sostegno da parte degli alleati. A questo punto dovremmo comportarci come se una legge in materia ci fosse".

A dirlo è il deputato e cofondatore di Fratelli d'Italia, Ignazio La Russa, a margine del convegno "Alleanza per la Repubblica", organizzato dall'europarlamentare di Forza Italia Stefano Maullu e dal consigliere regionale Vittorio Pesato, al Palazzo delle Stelline di Milano. IlComizio.it ha raccolto le sue dichiarazioni.

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C