Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 993

updated 9:44 PM UTC, Feb 22, 2020

Nina Moric attacca Allegri e la butta in politica: "Livornese comunista!". E' rissa sul web

La showgirl croata durante Fiorentina-Juventus su Facebook si è scagliata contro il tecnico bianconero, reo di non decidersi a far giocare i suoi connazionali Pjaca e Mandzukic. Sul web scoppia la bufera, lei tenta - diciamo così - di rimediare: "Non ho mica detto che Livorno puzza di pesce...". E i pisani la adottano: "Vieni in curva con noi"


"Senza Pjaca e Mandzukic la Juve sarebbe da terzo posto, mettili in campo livornese comunista!!!". Lo sfogo di domenica scorsa di Nina Moric contro Mister Allegri su Facebook - reo di aver tenuto in panchina i connazionali croati durante Fiorentina-Juventus - scatena il polverone e costringe la showgirl a un chiarimento con i cittadini livornesi che, sentendosi offesi, sono giunti a commentare a valanga sulla fan page della modella.

"Qualcuno - scrive oggi Moric su Facebook dopo le polemiche - mi può spiegare gentilmente e senza offese come mai molti si sono sentiti offesi dalle mie parole " LIVORNESE COMUNISTA " riferito ad Allegri? Non è livornese l'allenatore della Juve ? Non è forse vero che Livorno è la città d'Italia con la più alta concentrazione di comunisti? Manco avessi scritto che Livorno puzza di pesce, o che a Pisa hanno paesaggi bellissimi e la torre che attira milioni di turisti ogni anno, mentre a Livorno l'unica cosa che viene attirata sono le sardine che seguono i pescherecci".

"Roba da Matti", conclude Nina, che in risposta a un fan tuttavia ammette: "Livorno non è fra le mie città preferite a causa dell'alta presenza di comunisti".

Un chiarimento che però non ottiene l'effetto sperato. Inferociti, i commentatori di Livorno rincarano infatti la dose, alzando i toni: "Ma poi lei è croata, lo sapete cosa hanno fatto i croati alleati dei nazisti? Vatti a rileggere la storia prima anche solo di nominare Livorno", scrive ad esempio Gabriele, al quale fa eco Aaron: "Perché magari hai generalizzato? magari se ti dicessero "croata nazista" oppure "ustascia" ti andrebbe? Magari nn sono cose carine, cosa dici? Non tutti i Livornesi son comunisti e non tutti i comunisti son Livornesi.. Battuta o meno che fosse la tua devi aver capito anche che a qualcuno piace speculare. Dovresti fare più attenzione alle parole che usi forse..".

Ma, come dice l'antico proverbio, "tra i due litiganti, il terzo gode". E' il caso dei fan pisani che, elettrizzati dall'attacco frontale a Livorno, propongono cariche di rappresentanza (e partite da guardare in curva) per la modella: "Nina Moric sindaco di Pisa subito! vieni in gradinata all'Arena, se inizi non smetti piu'! Fidati". (Fonte Adnkronos)

 

  • Pubblicato in Sport

Inter, Zanetti: "Con Pioli stiamo dimostrando i nostri valori. Suning ha grandi ambizioni e rispetta tantissimo la storia del club"

Il vicepresidente nerazzurro parla a margine di un evento al Senato. Dal momento della squadra, risollevatasi dopo i tormenti di inizio stagione, all'impatto della proprietà cinese, dalla volontà di rilanciare Gabigol alla soddisfazione per le belle prestazioni del nuovo acquisto giovane Gagliardini


"Siamo contenti del momento che sta attraversando la squadra, ma ancora manca tanto e dobbiamo continuare così. Ieri abbiamo vinto una partita importante, ci teniamo alla Coppa Italia, e ora pensiamo alla gara di domenica. Ha detto bene Pioli, dobbiamo pensare a una partita alla volta, e alla fine vediamo dove arriveremo". Sono le parole del vicepresidente dell’Inter, Javier Zanetti, all’indomani del successo dei nerazzurri sul Bologna. Per la squadra di Pioli è la settima vittoria di fila tra campionato, Europa League e Coppa Italia. "Era solo una questione di allenatore? Bisognava anche ritrovare fiducia, noi sapevamo che questo gruppo aveva dei valori importanti, e adesso lo sta dimostrando. Speriamo di poter arrivare fino alla fine con queste prestazioni", aggiunge il dirigente nerazzurro a margine di un evento al Senato, prima di soffermarsi su alcuni singoli.

 

"Gabigol? Dopo tanto tempo che non giocava meritava questa opportunità. Non era semplice per lui, ma abbiamo tanta fiducia, lo ha detto anche Pioli: con i giovani bisogna lavorare e avere la pazienza di farli abituare al campionato italiano. Gagliardini? Siamo contentissimi per quello che ha fatto in queste due partite soprattutto perché lui non è solo il presente, rappresenta il futuro della nostra società".

 

Zanetti conferma poi l'impegno della nuova proprietà cinese per riportare l'Inter al top: "Suning ha grandi ambizioni e rispetta tantissimo la storia dell’Inter. Penso sia un punto di partenza che ci può dare fiducia per un futuro promettente". In ottica scudetto, secondo Zanetti la Juventus è ancora "favorita" nonostante il k.o. di Firenze. "Però -evidenzia- ci sono tante squadre che sognano di poter lottare fino alla fine. E io credo che ci siano i presupposti perché vedo tante formazioni attrezzate. Speriamo che il campionato resti così avvincente fino all’ultimo".

 

L'argentino dribbla poi le domande sull'assenza di sanzioni da parte del giudice sportivo per il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, dopo l'animata discussione con il quarto uomo nel match perso contro la Fiorentina: "Bisogna pensare solo a quello che succede in campo, lasciando da parte tutte le polemiche. Questo campionato è talmente competitivo e bello che speriamo continui così fino alla fine".

  • Pubblicato in Sport

Calciomercato Inter: il prossimo acquisto ha 16 anni e già stupisce. Guardalo in azione (VIDEO)

La notizia riferita dal quotidiano romeno Sport e rilanciata da fcinter1908.it: la società di Corso Vittorio Emanuele ha bloccato Vlad Mitrea, centrocampista classe 2001 della Dinamo Bucarest. Costo dell'operazione 200 mila euro. Il ragazzo va ad aggiungersi a un altro baby talento arrivato nel settore giovanile del Biscione, il difensore belga Flor Van Den Eynden nato nel 2000, prelevato dal Mechelen. Le immagini dei suoi colpi - (VIDEO)


 

L’Inter continua a fare la spesa per il settore giovanile. I nerazzurri, infatti, hanno messo le mani su un talento della Romania: il giovanissimo Vlad Mitrea, centrocampista della Dinamo Bucarest, nato il 23 gennaio del 2001. Mitrea, secondo quanto riferisce il quotidiano rumeno Sport, arriverà all’Inter a titolo definitivo per 200.000 euro. E’ il secondo acquisto per la cantera, dopo quello ufficiale di Van Den Eynden, difensore belga preso dal Mechelen.

(fcinter1908.it)

  • Pubblicato in Sport

Come hai festeggiato il Capodanno?: "Niente, mi sono buttato con la moto dall'Arco di Trionfo..." - (GUARDA IL VIDEO)

Spettacolo? Follia? Sport? Filosofia del rischio? Forse tutto questo insieme. Lui si chiama Robbie "Maddo" Maddison, ha 35 anni, è australiano e in sella alla sua moto fa cose straordinarie. Come quella volta a Las Vegas... - (VIDEO)


Vi riproponiamo il video dell'incredibile impresa di Robbie Maddison, freestyler australiano, che nel 2009 il Capodanno del 2009 pensò bene si saltare con la moto in cima all'Arco di Trionfo di Parigi, così come è stato riprodotto a Las Vegas (si parla di un'altezza di 29 metri da terra...) e di lanciarsi giù, letteralmente volando con la sua Ktm; L'evento fu trasmesso in diretta da Espn e sponsorizzato riccamente dalla Red Bull che ha voluto Maddison fortemente.

Lui, che al termine nell'esibizione ha riportato la frattura di una mano per la pressione sul manubrio nella discesa, ha dichiarato che non avrebbe ripetuto l'impresa nemmeno per 10 milioni di dollari. Ma non c'era da credergli, visto quello che ha combinato in seguito;  il 13 luglio dello stesso anno Robbie eseguì un backflip in notturna sul Tower Bridge di Londra. Successivamente lo stunt/freestyler australiano si produsse in numeri memorabili nel famoso cimitero degli aerei di Tucson, Arizona, tra le oltre 4.000 vecchie carlinghe dell'Airplane Graveyard-Bone Yard della Davis Monthan Airforce Base, nel Sonora Desert. 

Il suo motto? "Affronta le tue paure, vivi i tuoi sogni". Ecco, non c'è bisogno di altre spiegazioni.

  • Pubblicato in Sport

"L'Inter migliora, ma Pioli scelga un modulo definitivo"

Lo storico del calcio Maurizio Veronelli commenta la situazione nerazzurra, migliorata nei risultati, ma ancora lontana da una stabilità di formazione - (VIDEO)


Abbiamo incontrato lo storico e analista del calcio, il professor Maurizio Veronelli, per chiedere un giudizio sull'Inter in piena rivoluzione dopo il periodo di
De Boer.
"L'Inter di Pioli ha avuto dei leggeri miglioramenti rispetto all'Inter di De Boer, nel senso che sul piano delle coperture difensive la squadra qualche miglioramento lo ha avuto.
Pioli però deve scegliere. - sottolinea Veronelli - Deve scegliere una formazione base, dei titolari, scegliere dei cambi abbastanza fissi, ma sopratutto deve fissare un modulo, perché non è possibile oggi, nel campionato italiano, giocare senza un'organizzazione tattica di riferimento".

  • Pubblicato in Sport
Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C