Lavoro: "L'avvocato risponde" - Tredicesima puntata

" Le nuove regole sul licenziamento" Il giuslavorista Davide Pollastro risponde ai quesiti dei nostri lettori e affronta i problemi che riguardano il tema occupazionale - (VIDEO)


Il giuslavorista Davide Pollastro fornisce pareri, consigli e valutazioni qualificate a chi gli sottopone le domande sui propri casi lavorativi personali.
In questa puntata si spiegano le nuove norme che regolano il licenziamento.
Questa la nostra nuova rubrica "L'avvocato risponde", dedicata ai problemi del mondo del lavoro.

31 Dicembre: Capodanno blindato nelle grandi città

Il capodanno nelle grandi città si festeggerà tra telecamere, fioriere anti-sfondamento, tiratori scelti,barriere betafence, nuove misure tecnologiche con una richiesta ai cittadini "#dacciunamano"


Il ministro dell’Interno Marco Minniti non vuole parlare di "potenziale rischio come a Berlino" ma di prevenzione, dicendo "... siamo molto occupati ma non siamo preoccupati. La guardia è altissima, abbiamo un importante sistema di sicurezza in campo , con l’obiettivo di garantire la massima tranquillità agli italiani a Capodanno". Scesi in campo agenti in borghese accompagnati da specialisti delle Unità operative antiterrorismo e pattuglie di tiratori scelti. Il Ministro ribadisce che il controllo antiterrorismo in Italia funziona bene e lo dimostrano gli ultimi fatti di Milano: "Il modello di controllo del territorio funziona bene, come ha dimostrato l’individuazione dell’attentatore di Berlino in fuga in Italia, non si sottovalutiamo nulla, ma al tempo stesso è giusto consentire ai cittadini di vivere serenamente le loro vacanze". A Milano, in piazza del Duomo, saranno attive telecamere ad alta definizione, tiratori scelti e agenti in borghese con uno speciale smartphone per la "diretta" delle immagini. In tutto questo scenario l'Antiterrorismo della Polizia e il Ros dei Carabinieri continuano ad essere in allerta rossa e sorvegliano da vino diverse decine di persone in ambienti radicali. Giovedì, nuova espulsione di un 22enne tunisino, Bendhiab Nasreddin, che, secondo gli investigatori aveva ricevuto dall’estero indicazioni su un possibile attentato in Italia. Contemporaneamente è stato arrestato un marocchino di 52 anni R. A, aveva provocato una rissa in una mensa Caritas al grido di «Allah Akbar». Proseguono anche le indagini sui movimenti in Italia di Anis Amri, l’attentatore di Berlino ucciso a Milano in uno scontro a fuoco con due poliziotti. Secondo Minniti Amri si stava muovendo in Italia senza dei veri e propri agganci con cellule del terrorismo islamico ma come un Lupo Solitario.

Oltre a tutti i controlli del territorio il viminale gioca anche la carta della partecipazione collettiva e lancia un appello ai cittadini "#dacciunamano" invitando tutti a telefonare a polizia e carabinieri, per segnalare anche solo percezioni di situazioni anomale o allarmanti.

Quindi ci raccomandiamo #dacciunamano

31 Dicembre, a Bologna la "Marcia della pace"

A Bologna per conltivare uno stile di vita che contempli la nonviolenza: stile di una politica per la pace. Mentre dal 1° Gennaio 2017 partirà l'anno mondiale della "nonviolenza".


Un appello di papa Francesco ai grandi della terra: "lavorate per il disarmo e bando alle armi nucleari. E un invito a tutti a eliminare la violenza dalla famiglia, dalla politica e dalla religione" è l'apertura dell'anno mondiale della "#nonviolenza" che prenderà il via il 1° 2017. Papa Francesco spiega anche cosa significa essere nonviolenti: “Essere veri discepoli di Gesù oggi significa aderire anche alla sua proposta di nonviolenza, che non consiste nell’arrendersi al male, ma nel rispondere al male con il bene, spezzando in tal modo la catena dell’ingiustizia. Non è un mero comportamento tattico, bensì un modo di essere della persona, l’atteggiamento di chi è così convinto dell’amore di Dio e della sua potenza, che non ha paura di affrontare il male con le sole armi dell’amore e della verità. L’amore del nemico costituisce il nucleo della rivoluzione cristiana”. “Anche Gesù visse in tempi di violenza”, rimarca Papa Francesco - “Egli insegnò che il vero campo di battaglia, in cui si affrontano la violenza e la pace, è il cuore umano. Quando impedì a coloro che accusavano l’adultera di lapidarla e quando, la notte prima di morire, disse a Pietro di rimettere la spada nel fodero, Gesù tracciò la via della #nonviolenza, che ha percorso fino alla fine, fino alla croce, mediante la quale ha realizzato la pace e distrutto l’inimicizia. Perciò, chi accoglie la Buona Notizia di Gesù, sa riconoscere la violenza che porta in sé e si lascia guarire dalla misericordia di Dio, diventando così a sua volta strumento di riconciliazione, secondo l’esortazione di san Francesco d’Assisi: ‘La pace che annunziate con la bocca, abbiatela ancor più copiosa nei vostri cuori'”.

Poi Papa Francesco si rivolge anche ai grandi della terra chie dendo loro di  lavorare in favore del disarmo, nonché della proibizione e dell'abolizione delle armi nucleari. "Che il 2017 faccia ritrovare un'etica di fraternità e di coesistenza pacifica tra le persone e tra i popoli non può basarsi sulla logica della paura, della violenza e della chiusura, ma sulla responsabilità, sul rispetto e sul dialogo sincero", scrive Papa Francesco mettendo in evidenza che "la deterrenza nucleare e la minaccia della distruzione reciproca assicurata non possono fondare questo tipo di etica".

Intanto però le grandi città si preparano ad un capodanno blindato, con eccezzionali misure di sicurezza in tutti i luoghi in cui vi saranno spettacoli e molte persone. (quì i dettagli)

Killer di Berlino ucciso, Salvini: "In Italia non deve più entrare uno spillo"

Ultime news: il leader del Carroccio rilancia la chiusura delle frontiere

Il leader leghista dopo la sparatoria di Sesto San Giovanni: "Bisogna votare nel 2017, con primo punto del programma lo stop all'ingresso di qualsiasi tipo di immigrazione, fatti salvi donne e bambini che scappano dalle guerre". "Bisogna votare nel 2017, con primo punto del programma lo stop all'ingresso di qualsiasi tipo di immigrazione, fatti salvi donne e bambini" che scappano dalle guerre. Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, commentando a Radio Padania l'uccisione del killer di Berlino a Sesto San Giovanni. Secondo Salvini, "in Italia non deve più entrare uno spillo, dal 2017 su la cerniera".

GUARDA LA FOTO CHOC DEL TERRORISTA MORTO

GUARDA IL VIDEO DEL TERRORISTA DI BERLINO SU FACEBOOK

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C