updated 8:32 AM UTC, Nov 16, 2018

Contenuti terroristici sui social, la UE esige la cancellazione entro 1 ora dalla segnalazione

  • Scritto da Zonca2018
  • Pubblicato in Tecnologia

Google, Facebook e Twitter devono eliminare qualsiasi contenuto terroristico segnalato entro un'ora. Purtroppo serve un nuovo algoritmo più performante per filtrare i messaggi controversi


Quello che Facebook, Microsoft, YouTube e Twitter hanno fatto volontariamente contro la diffusione di contenuti estremisti non è sufficiente per la Commissione Ue. Come minacciato più volte, ora la commissione vuole intraprendere una strada legale per combattere la propaganda terroristica e tramite una direttiva ufficiale del parlamento, imporrà la cancellazione del contenuto segnalato nel giro di un'ora. Nel caso di "fallimento sistematico" i colossi dei social saranno soggetti a multe fino al quattro per cento del loro fatturato annuo globale. "Un'ora è la finestra temporale critica in cui viene fatto il danno maggiore", ha detto il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker.

Per la commissione del Parlamento Europeo, i fornitori dei servizi "Social" devono essere definiti come " fornitori di servizi della società dell'informazione, che consentono ai loro utenti di memorizzare informazioni e di renderle poi disponibili a terzi ". A sua volta, il contenuto del terrorismo è definito nella bozza come "informazione che promuove o glorifica i reati terroristici", che richiede il coinvolgimento in tali crimini, o il sostegno a gruppi terroristici o la fornitura di linee guida su atti terroristici, per questo da escludere ed eliminare.

Secondo il progetto, gli Stati membri dovrebbero istituire organismi specifici per identificare il contenuto pertinente, imporre sanzioni alle imprese e affrontare le loro manchevolezze se non classificano i contenuti segnalati come non estremisti. Le aziende Internet, a loro volta, sono tenute a intraprendere azioni per scoprire, rimuovere rapidamente o bloccare l'accesso a tali contenuti e impedire il ri-caricamento di contenuti di terrore già eliminati una volta. "L'uso di strumenti automatici" è esplicitamente menzionato nella bozza, ma un controllo umano di questi strumenti è richiesto almeno dove è "appropriato" o necessario per fare una revisione dettagliata del contenuto segnalato. "Purtroppo senza un filtro di upload, nessun provider può adempiere a questi obblighi", ha scritto su Twitter Julia Reda, membro della commissione anti terrorismo dell'Unione Europea, i filtri di caricamento sono programmi che esaminano i contenuti caricati da un utente e ne impediscono la pubblicazione se rilevano contenuti illegali. Tali filtri sono già attivi per la lotta contro le raffigurazioni di abusi sessuali su bambini. Una volta identificati i contenuti illeciti sotto forma di un valore numerico crittografico (hash) vengono salvati e conservati in un database privato a disposizione delle autorità. Ogni nuovo caricamento è sincronizzato con il database,in questo modo i contenuti già identificati vengono immediatamente rilevati.

 

Purtroppo ad oggi i software di filtraggio risultano non affidabili, troppi falsi allarmi o passaggio di contenuti pericolosi non bloccati, anche Mozilla e l'organizzazione per i diritti civili Digitale Gesellschaft hanno votato contro il progetto, perché la direttiva avrebbe comportato un maggiore uso di software di filtraggio inefficaci, creando solo uno stato di caos in un mondo già troppo incontrollato.

Ultima modifica ilGiovedì, 13 Settembre 2018 16:07

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

1°C

Milano

Partly Cloudy

Humidity: 89%

Wind: 4.83 km/h

  • 17 Nov 2018 6°C 0°C
  • 18 Nov 2018 2°C -2°C