updated 1:19 PM UTC, Oct 17, 2018

Salvini marchia Macron: l'episodio di Claviere è una "vergogna internazionale"

Matteo Salvini ha bollato il presidente francese Macron di “vergogna internazionale”, dopo che un furgone della polizia francese è stato visto varcare il confine nazionale, nei pressi di Claviere e scaricare due migranti in un bosco


Le tensioni tra i vicini di casa è aumentata, Roma ha accusato Parigi di ipocrisia, "prima rifiuta di prendere in una congrua parte dell'utile che centinaia di migliaia di migranti che hanno raggiunto l'Italia via mare dal 2014, poi autorizza la sua polizia a varcare i nostri confini senza autorizzazione". 

Venerdì scorso, i testimoni riferiscono di aver visto un furgone della polizia francese attraversare la frontiera di montagna a Claviere, nei pressi della stazione sciistica italiana di Sestriere, scaricare in una zona boscosa due migranti respinti da Parigi e poi rientrare tranquillamente in Francia.

La diplomazia italiana si è subito attivata e ha chiesto spiegazioni alla Francia, la risposta è subito arrivata attraverso il prefetto francese della regione di Hautes-Alpes (al confine con l'Italia), riconoscendo che la sua polizia aveva attraversato il confine, per “errore”.

Salvini, ha subito respinto la spiegazione e ha chiesto di conoscere l'identità dei due migranti scaricati oltre confine. “Quello che è successo a Claviere rappresenta un reato senza precedenti contro il nostro paese,” Salvini ha scritto su Facebook. “Siamo di fronte ad una vergogna internazionale, e Macron non può far finta di nulla.”

La guerra tra Salvini e Macron ha origini ben più lontane, quando nel mese di Agosto proprio Macron ha denunciato le politiche anti-immigrazione di Salvini, dicendo ai giornalisti che "il presidente francese sarà sempre il principale avversario in Europa, per i nazionalisti come Salvini". Nel mese di giugno, un portavoce di Macron riferendosi alla volontà del nostro Ministro degli Interni di chiudere i porti italiani alle navi ONG, disse questa squallida azione mi fa vomitare". 

Oggi però Salvini non si ferma alla Francia e con un post su Facebook mette in gioco anche le organizzazioni internazionali: “Mi chiedo se le organizzazioni internazionali, a cominciare dalle Nazioni Unite e dal'Unione Europea, non trovino più vomitevole lasciare le persone in una zona isolata, senza alcuna assistenza.” aggiungendo, “Parigi deve informarci immediatamente sull'identità dei migranti lasciati nel bosco. Nomi, cognomi, nazionalità, data di nascita “. Accanto il suo commento una foto di Macron, con un volto luminoso e il testo: “la vergogna internazionale. L'Italia non accetterà le scuse.”

 

Molti migranti che raggiungono l'Italia per poi dirigersi verso nazioni più ricche e più a nord. Tuttavia, in base alle norme comunitarie, queste persone devono chiedere asilo in Italia e a questo punto non hanno più il permesso di trasferirsi in un paese terzo. La Francia  sorveglia i suoi confini sempre più vigorosamente, e sembra disposta a riportare in Italia eventuali migranti irregolari che varcano le sue frontiere in modo illecito...

ma siamo proprio sicuri che questi migranti siano tutti giunti in Francia attraverso l'Italia?"

La scoperta di un nuovo reperto archeologico cambia la data della distruzione di Pompei

L'Iscrizione ritrovata su un reperto portato alla luce pochi giorni fa,  suggerisce che il Vesuvio eruttò settimane più tardi di quanto si pensasse


Un'iscrizione scoperta di recente a Pompei dimostra che la città fu distrutta dall'eruzione del Vesuvio dopo il 17 ottobre del 79 dC e non il 24 agosto come si pensava.

Gli archeologi hanno recentemente scoperto che l'artigiano scrisse sul manufatto la data del “16 ° giorno prima delle calende di Novembre”, il che fa pensare al 17 ottobre. Il manufatto è stato ritrovato su una casa di Pompei, venuta alla luce a seguito di scavi aperti per la manutenzione straordinaria del sito archeologico.

La storia, sulla base di scritture contemporanee e reperti archeologici. ci ha da sempre riportato che Pompei ed Ercolano furono distrutte da una massiccia eruzione del Vesuvio il 24 agosto del 79 dc. Anche se tuttavia, molte prove come la frutta autunnale su rami trovati nelle rovine cenere, avevano suggerito una data successiva.

“Oggi, con molta umiltà, forse ci sarà riscrivere i libri di storia perché dobbiamo datare l'eruzione per la seconda metà di ottobre”, ha detto il ministro della cultura, Alberto Bonisoli.

Pompei è il secondo sito più visitato turistico in Italia , dopo il Colosseo di Roma, con più di 3 milioni di visitatori nei primi otto mesi di quest'anno.

Il Canada legalizza la cannabis

Dopo l'Uruguay, il Canada è oggi il secondo paese al mondo in cui la cannabis è stata legalizzata per uso ricreativo. 


Approvata a Giugno dal senato canadese una nuova legge che rende legale l'uso della Cannabis, i mesi tra l'adozione ufficiale della legge e la sua attuazione sono stati utilizzati per preparare la terra per la marijuana nello spazio pubblico. Quindici milioni di famiglie hanno ricevuto informazioni sulle nuove regole. Ci sono state anche campagne di informazione per informare i cittadini sull'approccio alla legalizzazione.

Non c'è ancora un negozio di marijuana in ogni angolo del paese, ma gli effetti si incominciano a percepire, il primo negozio che è stato aperto a mezzanotte di venerdì scorso nella British Columbia, è la prima notizia di tutti i media nazionali e internazionali. Nell'Ontario, la provincia più densamente popolata del paese, la cannabis sarà venduta solo nella primavera imminente. Tuttavia, i residenti possono già acquistare cannabis online. 

La nuova legge stabilisce, tra le altre cose, come le droghe possono essere coltivate, distribuite e vendute. Gli adulti possono trasportare fino a 30 grammi di cannabis essiccata nello spazio pubblico. Questo include la propria auto. Le persone catturate con più di 30 grammi saranno punibili. La rivendita di marijuana rimane proibita, a meno che non si tratti di un punto vendita ufficiale e i coltivatori devono avere un permesso dal Ministero della salute.

Le regole riguardanti le vendite e l'uso verranno modificate in funzione del territorio e della condizione sociale, dalle singole province e in alcuni casi anche rafforzate con pene più severe per che violerà le nuove regole. 

Cinque Stelle, alle Europee andiamo da soli. Esclusa l'alleanza elettorale con la Lega

Per quanto riguarda le elezioni europee a maggio, il partito di governo M5S non vuole stare all'ombra della Lega: "Non abbiamo nulla in comune con Orbán e Le Pen".


Il partito pseudo populista Movimento Cinque Stelle esclude un'alleanza elettorale con la destra rappresentata dalla Lega, un conto è governare in Italia, un conto è la politica a Bruxelles. "Abbiamo lavorato e stiamo lavorando bene al Governo Nazionale, ma con il primo ministro ungherese Viktor Orbán e con il politico destra francese Marine Le Pen, non abbiamo nulla in comune", ha detto Luigi Di Maio. Il vice-premier ha quindi fatto riferimento a due politici, con i quali la gamba destra del ministro dell'Interno Matteo Salvini vuole costruire un'alleanza elettorale in Europa. "Il movimento a cinque stelle vuole fondare una fazione europea che offra un'alternativa sia alla destra che alla sinistra", ha proseguito Di Maio. 

Il movimento cinque stelle rimane il partito più forte nell'attuale parlamento italiano, e vede sempre più nella scia il loro giovane socio di destra Matteo Salvini . Secondo i sondaggi, nel caso di nuove elezioni i Cinque Stelle sarebbero attualmente al 28,5%, mentre nelle elezioni politiche di marzo erano 32%, una leggera flessione dovuta allo strapotere mediatico e populista della Lega. Sempre secondo i dati di un sondaggio pubblicato sabato da Ipsos, il partito anti-immigrati guidato dal ministro dell'Interno Salvini è attualmente al massimo della popolarità raggiungendo il 33,8%. L'approvazione è quindi quasi il doppio rispetto alle elezioni parlamentari di sei mesi fa. A quel tempo, la Lega arrivò al 17,4 percento dei voti.

Finora, il movimento a cinque stelle è stato parte di un gruppo politico con il partito anti-Europa UKIP della fazione populista EFDD (Europa della libertà e democrazia diretta), tuttavia, questo gruppo di partito ha poche prospettive future a causa dell'uscita dell'UE dal Regno Unito. Il cambio pianificato dai cinque stelle è di passare alla fazione liberale di Alde, cambio tentato ma miseramente fallito nel gennaio 2017, a causa della resistenza all'interno dei liberali, che includeva anche i deputati austriaci del Neos. La Lega al Parlamento europeo è attualmente nel gruppo nazioni e la libertà (ENF), i cui membri includono l'Assemblea Nazionale Francese (RN) di Marine Le Pen e l'FPÖ. 

Sposati in Italia e divorziati in Europa, questo è volenti o nolenti, essere italiani.

Premio Nobel per "innovazioni rivoluzionarie nella fisica dei laser"

Il premio Nobel per la fisica va al lavoro pionieristico nella fisica dei laser. Il premio è diviso tra Arthur Ashkin e Gérard Mourou e Donna Strickland.


Arthur Ashkin ottiene la metà del premio del valore di 867.000 euro, gli altri due si dividono equamente l'altra metà del premio.

L'americano Ashkin ha sviluppato le "pinzette ottiche" con le quali è possibile manipolare particelle con raggi di luce. Le pinzette sono ora utilizzate in molti laboratori per studiare i processi biologici, come le proteine, il DNA o la vita interiore delle cellule.

Il francese Gérard Mourou è un pioniere nella ricerca sui laser. Insieme alla canadese Donna Strickland ha creato degli impulsi laser più corti e più intensi. La loro tecnica ha portato a diverse applicazioni industriali e mediche. Ad esempio, milioni di operazioni agli occhi vengono eseguite ogni anno con raggi laser intensi.

Donna Strickland è la terza donna a ricevere il premio Nobel per la fisica. L'ultima donna a ricevere il premio è stata Maria Goeppert-Mayer, era il 1963, insieme a Eugene Wigner e Hans Jensen vinsero il Nobel per il loro lavoro sulla struttura a conchiglia del nucleo atomico. Andando più in la nel tempo, troviamo Marie Curie che vinse il Nobel nel 1903.

L'anno scorso, il premio Nobel per la fisica è andato agli scopritori delle onde gravitazionali.

  • Pubblicato in Cultura

Il papa paragona l'aborto con "la chiamata di un sicario"

Papa Francesco, nella sua omelia durante la tradizionale udienza in Piazza San Pietro a Roma, ha volontariamente detto che praticare o accettare l'aborto è come assoldare un sicario


"Termina una gravidanza con un aborto, è come eliminare qualcuno, secondo voi è giustificato eliminare un corpo umano per risolvere un problema?", questa è la domanda che il Pontefice ha rivolto ai fedeli che seguivano la sua omelia in Piazza San Pietro.

"È giustificato fare ricorso a un sicario per risolvere un problema?", ha poi aggiunto Francis, oltre a parlare a lungo di come andrebbe seguito il comandamento "non uccidere", il Papa ha aggiunto in tono molto severo e inquisitorio che,  "Liberarsi, anche in modo giustificato, di un essere umano, è come chiamare un sicario per risolvere un problema!".

Il Papa ha attirato l'attenzione sul "deprezzamento della vita umana", attraverso le guerre, lo sfruttamento dell'uomo e l'esclusione. Ha poi aggiunto l'aborto a questa lista. "Come può un atto che rimuove una vita innocente essere umano o terapeutico, civile e molto comune?". Con queste parole Francesco chiude la sua omelia, spostando in modo molto sensibile l'opinione della chiesa cattolica, verso la scomunica di tutti quelli che usufruiscono di una pratica che troppe volte non è terapeutica ma solo di comodo.

Las Vegas, si riapre l'inchiesta che vede coinvolto Cristiano Ronaldo (CR7)

Con un video postato su Instagram CR7 parla di "Fake News" e spiega che è solo la volontà di infangare il suo nome. (IL VIDEO)


La polizia di Las Vegas torna ad indagare sul caso di violenza sessuale dopo che una donna americana di 34 anni ha fatto il nome di Cristiano Ronaldo, oggi attaccante della Juve. CR7 ha rispedito al mittente le accuse negando ogni addebito e sostenendo di non aver mai aggredito la donna nella sua camera d'hotel nel giugno 2009.

Si tratta di una "fake news" ha pubblicamente detto Domenica Ronaldo, postando un video in inglese sul suo profilo Instagram. La presunta vittima, Kathryn Mayorga che all'epoca era una dipendente del resort, afferma nella denuncia sporta nello stato del Nevada, che il 13 giugno 2009, Ronaldo l'avrebbe costretta con la forza ad un rapporto sessuale e avrebbe esercitato pressioni per farle firmare un accordo finanziario per non farla parlare.

L'avvocato della donna, Leslie Stovall con un comunicato ha dichiarato che: "La denuncia della signora Mayorga, le prove fisiche dell'aggressione sessuale, non sono delle 'fake news'". La sua versione si basa sulla voglia della donna di ottenere giustizia, chiedendo a Ronaldo di prendersi le sue responsabilità,  "incoraggiando tutte le vittime di aggressione sessuale" a perseguire penalmente i loro aggressori, anche se "famosi, ricchi o potenti"

La polizia di Las Vegas rispondendo a una domanda dell'AFP su questo caso, ha dichiarato che il 13 giugno 2009 la donna aveva di fatto denunciato una presunta violenza sessuoale alla polizia di Las Vegas, portando come prova un esame medico, però senza fornire agli inquirenti, il luogo dell'accaduto e la descrizione del sospettato. Stando alla denuncia la donna si era astenuta dal citare esplicitamente Cristiano Ronaldo, accontentandosi di descriverlo come "calciatore famoso", per questi motivi la denuncia non aveva avuto seguito e le indagini non erano state avviate.

Oggi la donna, in un'udienza presso il competente tribunale di Las Vegas, dichiara che all'epoca dei fatti avrebbe avuto paura di essere pubblicamente smentita e umiliata dalla grande popolarità di CR7 e di poter subire misure di "ritorsione" da parte del calciatore. Le autorità locali hanno riaperto l'inchiesta e cercano di ricostruire i fatti basandosi sulle dichiarazioni della donna, ma si rifiutano di fornire ulteriori dettagli sul "caso CR7".

I fattori che influenzano il cambiamento climatico sono tre: eventi forzanti, feedback e punti di non ritorno.

La scienza del sistema terrestre è lo studio di come i dati scientifici derivanti da vari campi di ricerca, come l'atmosfera, gli oceani, il ghiaccio terrestre e altri, si incastrano per formare l'immagine attuale del nostro pianeta nel suo insieme, compreso il suo clima che cambia.


Gli scienziati del clima separano i fattori che influenzano il cambiamento climatico in tre categorie: forzanti, feedback e punti di non ritorno. 

  • Forcings: I primi eventi naturali e non che forzano il cambiamento del clima.

 

Irraggiamento solare. La radiazione solare è la fonte di calore per il pianeta Terra. Gli scienziati usano anche le prove delle misurazioni dei proxy, come i conteggi delle macchie solari che risalgono a secoli e anelli degli alberi antichi, per misurare la quantità di sole che raggiunge la superficie terrestre. Il sole ha un ciclo di macchie solari di 11 anni, che causa circa lo 0,1% della variazione nell'emissione del sole. Il ciclo solare è incorporato nei modelli climatici.

 

 

Emissioni di gas serra. Dalla rivoluzione industriale, le concentrazioni di gas serra come il diossido di carbonio (CO 2 ), il metano (CH 4 ) e il protossido di azoto (N 2 O) sono aumentati nell'atmosfera. Combustione di combustibili fossili come carbone, petrolio e gas ha aumentato la concentrazione di anidride carbonica atmosferica (CO 2 ) da 280 parti per milione a 393 parti per milione. Questi gas serra assorbono e quindi irradiano calore nell'atmosfera terrestre, il che provoca un aumento del riscaldamento.

 

 

Aerosol, polvere, fumo e fuliggine. Le particelle aeree molto piccole provengono da fonti sia umane che naturali e hanno vari effetti sul clima. Gli aerosol di solfato, che risultano dalla combustione di carbone, biomassa ed eruzioni vulcaniche, tendono a raffreddare la Terra. Altri tipi di particelle come il carbone nero hanno un effetto riscaldante. La distribuzione globale di aerosol viene tracciata da terra e dai satelliti.

 

 

  • Feedback sul clima: processi che possono amplificare o diminuire gli effetti delle forzanti climatiche. Un feedback che aumenta il riscaldamento iniziale è chiamato "feedback positivo". Un feedback che riduce un riscaldamento iniziale è un "feedback negativo".

 

Nuvole. Le nuvole hanno un enorme impatto sul clima terrestre, riflettendo circa un terzo della quantità totale di luce solare che colpisce l'atmosfera terrestre nello spazio. Anche piccoli cambiamenti nella quantità di nuvole, nella posizione e nel tipo potrebbero avere grandi conseguenze. Un clima più caldo potrebbe causare il trattenimento di più acqua nell'atmosfera, con conseguente aumento della nuvolosità e alterazione della quantità di luce solare che raggiunge la superficie della Terra. Meno calore verrebbe assorbito, il che potrebbe rallentare l'aumento del riscaldamento.

 

 

Precipitazione. I modelli climatici globali mostrano che le precipitazioni aumenteranno generalmente a causa dell'aumento della quantità di acqua contenuta in un'atmosfera più calda, ma non in tutte le regioni. Alcune regioni si asciugheranno invece. Cambiamenti nei modelli di precipitazione, come l'aumento della disponibilità di acqua, possono causare un aumento della crescita delle piante, che a sua volta potrebbe potenzialmente rimuovere più anidride carbonica dall'atmosfera.

 

 

Greening delle foreste. I processi naturali, come la crescita degli alberi, rimuovono circa la metà delle emissioni umane di biossido di carbonio dall'atmosfera ogni anno. Gli scienziati stanno attualmente studiando dove va questo diossido di carbonio. Il delicato equilibrio tra assorbimento e rilascio di anidride carbonica da parte degli oceani e delle grandi regioni boschive del mondo è oggetto di ricerca da parte di molti scienziati. Ci sono alcune prove che la capacità degli oceani o delle foreste di continuare ad assorbire l'anidride carbonica potrebbe diminuire mentre il mondo si riscalda, portando ad un più rapido accumulo nell'atmosfera.

 

 

Albedo di ghiaccio Il ghiaccio è bianco e molto riflettente, in contrasto con la superficie dell'oceano, che è scuro e assorbe il calore più velocemente. Mentre l'atmosfera si scalda e il ghiaccio del mare si scioglie, l'oceano più scuro assorbe più calore, fa sì che più ghiaccio si sciolga e rende la Terra più calda in generale. Il feedback ghiaccio-albedo è un feedback positivo molto forte.

 

 

  • Punti di svolta climatici: quando il clima terrestre si sposta bruscamente tra stati relativamente stabili, dando origine ai punti di non ritorno.

 

Circolazione oceanica Mentre il ghiaccio marino artico e la calotta glaciale della Groenlandia si sciolgono, la circolazione oceanica nell'Atlantico può deviare la corrente del Golfo. Questo e / o altri cambiamenti cambierebbero significativamente i modelli meteorologici regionali. Un cambiamento nella Corrente del Golfo potrebbe portare a un raffreddamento significativo nell'Europa occidentale. Ciò evidenzia l'importanza della circolazione oceanica nel mantenimento dei climi regionali.

 

 

Perdita di ghiaccio. A causa del forte feedback positivo dell'albedo di ghiaccio, se una quantità di ghiaccio sufficiente si scioglie, facendo sì che la superficie terrestre assorba sempre più calore, allora potremmo raggiungere un punto di non ritorno. La riduzione delle calotte di ghiaccio contribuisce all'innalzamento del livello del mare. Molte centinaia di milioni di persone vivono vicino a una costa, quindi la nostra capacità di prevedere l'innalzamento del livello del mare nel prossimo secolo ha sostanziali conseguenze umane ed economiche.

 

 

Rapido rilascio di metano. I depositi di metano congelato, un potente gas serra e l'anidride carbonica si trovano sotto il permafrost nelle regioni artiche. Circa un quarto dell'emisfero settentrionale è coperto dal permafrost. Mentre l'ambiente si scalda e il permafrost si scongela, questi depositi possono essere rilasciati nell'atmosfera e presentare un rischio di riscaldamento in fuga.

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS

16°C

Milano

Partly Cloudy

Humidity: 72%

Wind: 11.27 km/h

  • 17 Oct 2018 16°C 7°C
  • 18 Oct 2018 18°C 10°C