updated 10:43 AM UTC, Feb 17, 2020

Sicilia, caso regionarie M5S. Grillo insulta i giornalisti: "Vi mangerei tutti per il gusto di rivomitarvi"

Grillo insulta di nuovo i giornalisti ilComizio.it Facebook - Grillo insulta di nuovo i giornalisti

Il leader pentastellato se la prende con i cronisti che lo aspettavano per un commento fuori da un hotel di Roma. Significativo il disprezzo socio-economico: "Un minimo di vergogna la percepite per il mestiere che fate, sì o no? O il vostro lavoro da 10 euro al pezzo giustifica tutto quello che state facendo, specialmente in questa città? Sulla realtà delle cose vi ponete un minimo di responsabilità di quello che mandate in onda nelle televisioni o sui giornali? Un minimo di amor proprio per questa terra ce l'avete oppure non vi riguarda?" - (VIDEO)


"Questo è sequestro di persona, vi mangerei tutti per il gusto di rivomitarvi. Siete i principi del pettegolezzo, quindi non mi coinvolgerete". Lo ha detto Beppe Grillo all'uscita dell'hotel Forum ai cronisti che gli chiedevano un commento sul caso regionarie.

"Un minimo di vergogna la percepite per il mestiere che fate, sì o no? O il vostro lavoro da 10 euro al pezzo giustifica tutto quello che state facendo, specialmente in questa città? Sulla realtà delle cose vi ponete un minimo di responsabilità di quello che mandate in onda nelle televisioni o sui giornali? Un minimo di amor proprio per questa terra ce l'avete oppure non vi riguarda?", ha insistito Grillo, facendosi largo tra i giornalisti.

"Ogni giorno una trappola, dovremmo fare un assessore alle trappole... ci sono dirigenti che lavorano per i partiti e non per il bene comune. Andate seguire il lavoro che stanno facendo i nostri assessori. Andate a vedere all'Ama cosa stanno facendo...", ha detto ancora.
 

IL CASO - In bilico la candidatura di Giancarlo Cancelleri del M5S alle regionali. Il giudice del Tribunale di Palermo ha sospeso l'esito delle 'Regionarie' del M5S, cioè le primarie on line, confermando in questo modo la decisione della scorsa settimana. La sentenza è stata depositata in mattinata dal giudice Claudia Spiga. Il Tribunale accoglie così il ricorso che era stato presentato da uno degli aspiranti candidati, Mauro Giulivi, compagno della deputata Chiara Di Benedetto, escluso dalla corsa. Non solo. Il Tribunale ha anche bocciato l'esito del secondo turno che ha incoronato Cancelleri candidato per il M5S.

Il giudice ha sospeso il risultato delle Regionarie limitatamente ai candidati della provincia di Palermo, da cui proviene proprio Mauro Giulivi che aveva fatto ricorso. A questo punto si sta cercando di trovare una soluzione. Intanto il tempo è tiranno perché i simboli vanno presentato entro sabato mentre le liste entro il prossimo 6 ottobre.

In un post pubblicato sul blog di Beppe Grillo, Cancelleri assicura: "Il MoVimento 5 Stelle sarà presente alle regionali siciliane del 5 novembre con il sottoscritto" candidato alla Presidenza della Regione e "con la lista, a me collegata, votata dagli iscritti il 4 luglio 2017". E annuncia che il M5s "farà ricorso per far valere le proprie ragioni". "I tempi per aspettare la fine del procedimento e per rinnovare le votazioni purtroppo non ci sono più. Inoltre anche il giudice nel decreto stabilisce che 'nessuna statuizione può essere disposta nel presente giudizio' riguardo "all'anno della celebrazione' e 'alla modalità di svolgimento' delle regionarie, cioè se e come le dovremmo fare", scrive Cancelleri nel post dal titolo "Cancelleri era, è e sarà il candidato presidente del Movimento" per le regionali siciliane. Il post è stato condiviso sui social dallo stesso Grillo, che su Fb scrive "Forza Giancarlo!".

All'Adnkronos Cancelleri conferma: "Presenteremo ricorso, tecnicamente reclamo, contro il decreto. Intanto andiamo avanti e sabato presenterò il simbolo. Sono assolutamente tranquillo e penso che questo ricorso sia davvero incredibile. Una vicenda paradossale: Giulivi ha sparato montagne di fango contro il Movimento, ora dice di voler fare valere il suo diritto a far parte del M5s".

Le motivazioni del magistrato che ha sospeso le 'Regionarie' sono spiegate in undici pagine di sentenza depositata oggi. "Pur trattandosi di proclamazione interna dei candidati alle future elezioni - scrive il giudice - gli atti indicati - e a prescindere dalla loro natura giuridica di atti gestori o deliberativi - hanno prodotto in capo ai soggetti proclamati vincitori, l'insorgenza del diritto alla relativa candidatura ufficiale, con la conseguenza che la richiesta sospensione, al pari dell'eventuale caducazione, è certamente idonea ad incidere sul loro diritto di elettorato passivo".

(Fonte: Adnkronos)
 
 
 

Video

Video Agi
Ultima modifica ilMartedì, 19 Settembre 2017 19:52

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C