updated 5:02 PM UTC, Apr 1, 2020

Coronavirus: il virus viaggia veloce sul globo e raggiunge almeno 44 paesi

  • Scritto da Zonca2020
  • Pubblicato in Salute
In evidenza Coronavirus: il virus viaggia veloce sul globo e raggiunge almeno 44 paesi

Il virus è presente in tutti i continenti tranne l'Antartide, con più nuovi casi segnalati al di fuori della Cina che al suo interno.


Dalle Alpi austriache a un'isola al largo della costa africana. Da una chiesa evangelica in Corea del Sud a una santa città sciita in Iran. I governi e gli operatori sanitari di tutto il mondo si sono affrettati a contenere la rapida espansione del nuovo Coronavirus, poiché il numero di nuovi casi al di fuori della Cina ha superato per la prima volta quelli all'interno del paese, cuore dell'epidemia.

Più di 81.000 persone sono state infettate dal virus che causa la malattia respiratoria Covid-19, nuovi casi sono stati documentati in almeno 44 paesi e in tutti i continenti, tranne l'Antartide. Finora sono morte circa 3.000 persone, la stragrande maggioranza delle quali in una singola provincia cinese di Hubei.

Mappa interattiva

 

In Europa; Francia, Spagna e Germania hanno riportato aumenti dei casi, probabilmente legati al focolaio in Lombardia, dove sono state contagiate più di 400 persone. Diversi paesi che hanno riportato i loro primi casi, tra cui Norvegia, Romania, Georgia e Macedonia settentrionale. Molti paesi europei stanno ora implementando misure di emergenza.

 

In Medio Oriente, un pericoloso focolaio in Iran (con un iniziale contagio di almeno 100 persone), si è diffuso in Iraq, Kuwait ed Emirati Arabi Uniti. L'Arabia Saudita ha interrotto le visite ai siti più santi dell'Islam, nelle città di "La Mecca" e "Medina".

 

In Asia, mentre le autorità cinesi stavano lentamente revocando i blocchi in tutte le città, che avevano coinvolto più di 700 milioni di persone, un nuovo grave focolaio in Corea del Sud si è gonfiato, portando a oltre 1.500 casi di contagio da Coronavirus.

 

Il Sud America ha registrato il suo primo caso in Brasile, un uomo di 61 anni. Mentre si registra una persona contagiata in California, un caso che fa pero pensare, perché il paziente zero non è mai stato esposto a nessun contatto esterno o con persone provenienti da zone infette.

Infezioni militari:  esercitazioni congiunte tra Stati Uniti e Corea del Sud sono state rinviate "fino a nuovo avviso" dopo che un soldato americano e diversi membri dell'esercito sudcoreano hanno contratto il virus.

Viaggi interrotti:  numerosi paesi stanno implementando restrizioni di viaggio per coloro che vengono da e verso la Corea del Sud, mentre gli Stati Uniti consigliano alle persone di riconsiderare eventuali piani di viaggio nel paese.

Confini del Medio Oriente chiusi: L'Iran ha ora 139 casi e 19 morti. Questa settimana, il virus si è diffuso in tutte le nazioni del Medio Oriente tra cui Kuwait, Bahrein e Libano, provocando restrizioni di viaggio e confini chiusi come in Asia e in Europa.

Avvertimento USA:  funzionari sanitari degli Stati Uniti avvertono che il paese potrebbe aver avuto il suo primo caso di trasmissione comunitaria - in cui il paziente non aveva "storia di viaggio rilevante o esposizione a un altro paziente noto". In risposta alle crescenti paure, alcune comunità stanno prendendo precauzioni; San Francisco, che non ha casi, ha dichiarato lo stato di emergenza.

Mentre le paure si diffondevano negli Stati Uniti, il presidente Trump ha nominato il vicepresidente Mike Pence, suo punto di riferimento per coordinare la risposta del governo a un eventuale espandersi dei contagi, esprimendo la sua fiducia nel sistema di pronto intervento sanitario americano.

Il primo ministro australiano Scott Morrison, non disposto ad aspettare che le autorità sanitarie globali dichiarino le infezioni da Coronavirus una pandemia, ha detto che il paese sta attuando un piano di risposta alle emergenze come se fosse in allerta sanitario di grado 1. "Crediamo che il rischio di una pandemia globale sia a carico nostro", ha affermato, "e di conseguenza, come governo dobbiamo prendere tutte le misure necessarie per prepararci a un simile evento." Ad oggi ci sono stati 22 casi confermati di contagio da Coronavirus in Australia, però senza decessi.

Il produttore di farmaci Gilead Sciences sta ampliando i suoi studi clinici sul farmaco antivirale Remdesivir come possibile trattamento contro il Coronavirus in diversi paesi, principalmente in Asia, ed è già in fase di sperimentazione a Wuhan, in Cina

Due nuovi studi clinici che inizieranno a marzo coinvolgeranno circa 1.000 pazienti gravemente o moderatamente malati a causa del virus, per cercare di determinare quali pazienti afflitti anche da altre patologie, potrebbero essere maggiormente aiutati dall'introduzione del farmaco nelle loro cure. Il farmaco per ora è sperimentale e non è stato ancora approvato per il trattamento di alcuna malattia. "Siamo alla ricerca di modi in cui poter aiutare il mondo a prepararsi meglio, per superare quella che sembra essere diventata una pandemia globale", ha dichiarato la dott.ssa Diana Brainard, vicepresidente senior di Gilead.

Intanto nell'ultimo mese, le azioni di Gilead sono aumentate del 17%.

 

Fonte: NyTimes

 

 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

-2°C

Milano

Clear

Humidity: 39%

Wind: 9.66 km/h

  • 03 Jan 2019 3°C -3°C
  • 04 Jan 2019 2°C -6°C