Attenzione
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 993

Log in
updated 1:32 PM UTC, Sep 21, 2020

Daniela Reho: "Ecco la mia battaglia per i diritti dei disabili. Il Comune di Milano è troppo burocratico, si comporti da buon padre famiglia"

La giovane professionista, esponente di Forza Italia, è fortemente impegnata sul fronte della tutela delle persone con disabilità, spesso alle prese con ulteriori difficoltà poste dalla severità della pubblica amministrazione. Il problema dei pass per i parcheggi e la circolazione delle auto dei portatori di handicap - (VIDEO)


Ai microfoni de ilComizio.it l'annuncio di Daniela Reho, giovane professionista amministrativa, esponente di Forza Italia, sull'inizio di una battaglia a favore dei disabili milanesi, che, oltre ai problemi dovuti alla propria condizione fisica, devono confrontarsi sempre più spesso con l'intransigenza del Comune, soprattutto in materia burocratica.

La sua campagna, frutto della sensibilità dimostrata da sempre verso il tema, parte dalle numerose segnalazioni che le sono pervenute da parte di cittadini e cittadine con disabilità. Particolarmente sentito è il problema delle multe comminate a coloro che non hanno rispettato le scadenze dei rinnovi dei pass per i parcheggi e il transito in zone a traffico limitato cui hanno diritto. "Il Comune di Milano - è l'appello accorato di Daniela Reho - non si comporti da burocrate, ma dimostri verso i concittadini disabili la sensibilità del buon padre di famiglia".

Pensioni, Boeri contro il governo: "La manovra scarica gli oneri sulle generazioni future. Sistema iniquo"

Il presidente dell'Inps demolisce la riforma contenuta nella Legge di Stabilità che favorirebbe i pensionati "ricchi", senza preoccuparsi di chi verrà dopo: "Aumenta il debito implicito, in Italia c'è un problema serio di povertà"


"Questa è una manovra ma che fa aumentare il debito implicito e ogni manovra che lo fa scarica oneri sulle generazioni future. E questa è una manovra che lo fa in modo non irrilevante". Così il presidente dell'Inps, Tito Boeri, a Tutto pensioni 2017 del Sole 24 Ore riferendosi alle innovazioni introdotte con la Legge di stabilità. Per Boeri la manovra "aumenta la spesa pensionistica aumentando la generosità di trattamenti su categorie che hanno già fruito di trattamenti più vantaggiosi di chi ne fruirà in futuro". Il presidente dell'Inps ha puntato l'indice sull'estensione della 14/a, dando un giudizio sostanzialmente positivo sull'Ape sociale. "L'intervento sulla 14/a può venire a premiare delle persone che si trovano in famiglie dove ci sono altre persone che hanno pensioni elevate o patrimoni ingenti". Mentre in Italia "c'è un problema molto serio di povertà. Se guardiamo i dati sui consumi è raddoppiata negli anni della crisi nella fascia al di sotto dei 65 anni, e su questo continuiamo a non intervenire in modo sistematico".

"Nell'ambito del sistema pensionistico permangono forti iniquità, differenze di trattamento macroscopiche anche alla stessa generazione, e su questo fin qui non si è intervenuti" ha aggiunto. Per questo per Boeri bisogna sempre guardare al debito implicito, su cui ha spiegato, "ho visto tanto scetticismo". Il debito implicito, ha invece concluso, "è l'insieme delle impegni presi dallo Stato nei confronti degli attuali contribuenti, pensionati e contribuenti futuri. E se si dice che il debito implicito è qualcosa che non ha valore si sta implicitamente dicendo che in futuro si taglieranno le pensioni".

 Conoscere l'entità del debito implicito in ogni riforma del sistema pensionistico è fondamentale per l'equità intergenerazionale, ha più volte ribadito il presidente dell'Inps. "Se avessimo avuto calcoli del debito implicito negli anno '60, '70 e '80 le 'baby pensioni' non sarebbero state introdotte perché ci si sarebbe resi conto degli oneri pesantissimi che introducevano".

Le nuove possibilità offerte dal sistema pensionistico, come l'Ape sociale e l'Ape volontaria, genereranno una grande domanda di informazione e l'Inps per rispondervi deve avere nuovo personale. Ha spiegato Boeri. "Dopo tanti anni in cui erano state inasprite le condizioni anagrafiche e contributive per andare in pensione, c'è una parziale liberalizzazione, molto selettiva però che spingerà molte persone a chiedere maggiori informazioni. Noi siamo impegnati come Inps a fare una campagna di informazione a vasto raggio. Chiediamo al parlamento e al governo di aiutarci in questa operazione dandoci la flessibilità di assumere. L'Inps sta perdendo circa 100 dipendenti ogni mese. Abbiamo bisogno per poter essere presenti sul territorio, per andare incontro alle richieste e alla domande dei pensionandi, di rafforzare la nostra presenza".

In arrivo 150 mila buste arancioni su Ape - Un kit informativo pubblicato sul sito istituzionale e 150mila buste arancioni integrate con le informazioni sulle innovazioni pensionistiche, dirette soprattutto alla platea interessata all'Ape sociale, l'anticipo pensionistico. Così l'INPS si appresta a rispondere alle domande di informazioni su novità introdotte dalla legge di bilancio 2017 che arrivano dai pensionandi. A spiegarlo è stato lo stesso presidente Tito Boeri a Tutto pensioni 2017 - Il Sole 24 Ore. "Obiettivo della campagna è spingere il maggior numero di persone ad avere una identicità digitale per interloquire con noi, per avere man mano informazioni e simulazioni su questa innovazione dell'Ape". Interessata è una platea di 285.000 persone, che hanno i requisiti per eccedere alla misura, di cui però la maggior parte già dotate delle credenziali per l'accesso al sito".

(Fonte Ansa)

Milano, una via per Craxi? Il ministro Orlando apre: "Commise errori, ma fu un grande innovatore"

 Il gruppo di Forza Italia a Palazzo Marino ha depositato nei giorni scorsi una mozione per intitolare una strada o una una piazza al leader socialista, tra i più importanti protagonisti della vita politica nella Prima Repubblica, uomo che fu capace di scelte, intuizioni e gesti non comuni. La sua figura divise però l'opinione pubblica e soprattutto la sinistra italiana, prima, durante e dopo il terremoto giudiziario di "Mani Pulite". Sulla questione si è espresso il sindaco Sala che ha parlato di "libertà di coscienza", mentre, a margine di un convegno sulla giustizia civile, abbiamo raccolto il commento del Guardasigilli, Andrea Orlando - (VIDEO)


La ricerca presentata oggi a Milano sull'andamento della giustizia civile in Italia "suggerisce un dato: non c’è un rapporto stretto di causa-effetto tra scoperture di organici del personale amministrativo e l’andamento del tribunale. Il che non significa che il ministero non debba fare di più su questo fronte". Lo sottolinea il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, commentando i dati della ricerca. "Io - dice - mi sono preso la briga di andare a visitare i dieci tribunali d’Italia in maggiore difficoltà, sulla base dei dati di cui disponevamo, e ho scoperto che sette di quei tribunali erano a pieno organico, sia di magistrati che di personale amministrativo. Anzi, ho scoperto che in alcuni casi c’erano delle convenzioni fatte con Enti locali per avere ancora più personale di quello previsto dalle piante organiche, eppure stavano in coda nella classifica generale".

Il Guardasigilli ha detto la sua anche sul dibattito in corso a Milano sulla possibile intitolazione di una via all'ex leader socialista e presidente del Consiglio, Bettino Craxi: "Una figura importante e controversa della sinistra che commise errori ma fu portatrice di grandi innovazioni e che propose un'ipotesi di modernizzazione del Paese. Credo che questa discussione consenta di legare la sua figura non soltanto agli errori, che pure ci furono – ha aggiunto il Orlando – ma anche ad un'idea di innovazione che Craxi propose ad un paese che da molto tempo non vedeva un'idea di trasformazione della politica".

Emergenza sangue, l'appello di Maroni ai lombardi per la donazione: "La solidarietà e l’aiuto agli altri sono nella nostra tradizione"

Ogni giorno in Lombardia servono 8.000 unità di sangue. All'aumento di richiesta dovuto al picco dell'influenza, favorito dal gran freddo, dalla settimana scorsa si è aggiunta la condizione difficile delle popolazioni del Centro Italia colpite dal terremoto. Il presidente della Regione Lombardia nel dopo giunta esorta i cittadini a fare la propria parte: “"È un momento particolarmente delicato. Ci si può rivolgere ai servizi di immunoematologia e medicina trasfusionale presenti presso le nostre strutture ospedaliere e alle associazioni e federazioni di donatori volontari, come Avis, Croce Rossa, Fidas” - (VIDEO)


"L'intera giunta regionale si rende promotrice della campagna di sensibilizzazione Emergenza sangue. Donalo anche tu".

E' un'operazione straordinaria che condividiamo e facciamo appello a tutti i cittadini lombardi perché aderiscano". Così il vice presidente di Regione Lombardia e assessore alla Casa, Housing sociale, Expo e Internazionalizzazione delle imprese Fabrizio Sala, è intervenuto durante la conferenza stampa del dopo giunta insieme al presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni e agli assessori alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali e all'Economia, Crescita e Semplificazione Massimo Garavaglia. 


SERVONO 8.000 UNITA' DI SANGUE AL GIORNO - "Ogni giorno sono necessarie 8.000 unita' di sangue - ha precisato il vice presidente Sala e l''emergenza sangue' ha sempre visto i cittadini lombardi molto sensibili. Proprio per questo la volontà è di presentarci in conferenza stampa, tutti insieme, per lanciare questo appello".

DOVE SI FANNO LE DONAZIONI - Per donare sangue i cittadini possono rivolgersi ai Servizi di Immunoematologia e Medicina Trafusionale presenti presso le strutture ospedaliere e alle Associazioni e Federazioni di donatori volontari (come, ad esempio, l'Avis, la Croce Rossa Italiana, la Fidas).

Regione Lombardia ha risparmiato 652 milioni nell'ultimo anno. Garavaglia: "Siamo speciali"

L'assessore lombardo all'Economia, Crescita e Semplificazione illustra la delibera con cui è stato approvato il preconsuntivo dell'esercizio 2016, presentato al termine della riunione di giunta: "Nonostante i continui tagli da parte dello Stato e le sue norme che vietano la possibilità di ricorrere al debito, continuiamo a favorire la spesa d'investimento, garantendo oltre 975 milioni di euro destinati allo sviluppo". La nostra intervista - (VIDEO)


"Grazie alla nostra efficienza e a un'attenta gestione del bilancio, anche per il 2016 siamo riusciti a realizzare 652 milioni di risparmio pubblico". Lo ha dichiarato Massimo Garavaglia, assessore regionale all'Economia Crescita e Semplificazione, a proposito della delibera con cui è stato approvato il preconsuntivo dell'esercizio 2016, presentato nella giunta odierna. "Anche da questo emerge come la Regione Lombardia sia particolarmente speciale", ha sottolineato Garavaglia.

"Inoltre - ha proseguito l'assessore -, nonostante i continui tagli da parte dello Stato e le sue norme che vietano la possibilità di ricorrere al debito, come Regione Lombardia continuiamo a favorire la spesa d'investimento, garantendo nel 2016 oltre 975 milioni di euro destinati allo sviluppo".

"Grazie a questa oculatezza nella spesa e alle iniziative di facilitazioni fiscali introdotte per i nostri cittadini - ha continuato Garavaglia -, che hanno portato alle casse regionali circa 190 milioni di euro aggiuntivi, siamo riusciti a ridurre di ben 515 milioni il disavanzo pregresso".

"Infine ricordo che abbiamo finanziato nella nostra legislatura 8 miliardi di euro di investimenti - ha detto ancora Garavaglia -. Con la nostra gestione prudenziale, abbiamo un bilancio molto solido, un debito molto basso, la gestione sanitaria in equilibrio e i fondamentali di bilancio tutti in ordine, come anche riconosciuto recentemente dall'agenzia di credito Moody's che ha confermato il rating Baa1 superiore a quello dello Stato, situazione eccezionale a livello mondiale". "Regione Lombardia - ha concluso l'assessore - riesce a ottimizzare tutte le risorse a propria disposizione, senza rinunciare ad investire sulla ripresa e sullo sviluppo".

Lombardia, Parolini: oltre 518.000 € per il progetto di sviluppo del DIA.PRO DIAGNOSTIC di Sesto San Giovanni

L'innovazione è nel DNA del tessuto imprenditoriale lombardo, per questo va sempre sostenuta.


 "Stanziamo oltre 518.000 euro per sostenere un progetto di sviluppo che prevede un investimento da più di 1,8 milioni di euro e che permette di tutelare i posti di lavoro esistenti e incrementare l'occupazione nell'arco di cinque anni". Lo ha detto Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo economico, annunciando l'approvazione odierna da parte della Giunta, su sua proposta e con il concerto dell'assessore all'Università, Ricerca e Open Innovation Luca del Gobbo, dello schema di accordo per la competitività che Regione Lombardia firmera' con Dia.Pro Diagnostic Bioporbes di Sesto San Giovanni (Mi).
STRUMENTI CHE RIVITALIZZANO ECONOMIA - "Con l'approvazione di questo provvedimento - ha continuato Parolini - salgono a una trentina gli accordi di competitività deliberati dalla Giunta regionale e sostenuti finora con più di 40 milioni di euro. Un impegno molto importante da parte di Regione Lombardia, che ha permesso ad oggi di sviluppare investimenti per oltre 214 milioni e di salvaguardare 11.000 posti di lavoro, confermando questi strumenti come azioni di sinergia tra pubblico e privato in grado di rilanciare e rivitalizzare il nostro tessuto economico e produttivo".
NUOVE OPPORTUNITA' AUTOMAZIONE - "Attraverso questo accordo in particolare - ha spiegato l'assessore - ci impegniamo a cofinanziare un progetto innovativo in grado di generare importanti ricadute nel settore dell'industria della salute in termini di crescita e competitività, attivando nuove opportunita' di sviluppo della qualita' occupazionale per il territorio lombardo, produttività, sviluppo delle competenze tecniche,scientifiche e professionali, nonchè di benessere". 
ASSESSORE DEL GOBBO - "L'innovazione e' nel DNA del nostro tessuto imprenditoriale - ha sottolineato l'assessore all'Università, Ricerca e Open Innovation Luca Del Gobbo - e Regione Lombardia intende favorire e promuovere questa vocazione in ottica sussidiaria. Il documento varato oggi dalla Giunta pone l'accento sulla forza del capitale umano, che rappresenta il vero valore aggiunto per la crescita sostenibile della Lombardia e del Paese. La nostra azione si pone l'obiettivo di mettere a disposizione dell'ecosistema regionale della ricerca strumenti utili per superare le sfide che caratterizzano il contesto internazionale. Strumenti non solo finanziari: semplificazione, burocrazia zero e certezza della tempistica sono i pilastri fondamentali delle nostre politiche di sostegno all'innovazione".
CONTENUTI INTERVENTO - Il progetto di ricerca denominato 'Sviluppo di pannelli di reagenti a tecnologia CLIA per sistemi diagnostici chiusi' e' finalizzato alla realizzazione dei pannelli di reagenti adeguati ad una diagnosi precoce, specifico su malattie infettive e sierologia, che meglio corrispondono alle necessita' di mercati target come Sud America e Medio Oriente. 
CONTRIBUTO REGIONALE - Il valore complessivo del progetto e' pari a euro 1.826.514. Il contributo regionale concesso pari a euro 518.245.

FONTE (LNEWS)

Lavoro: "L'avvocato risponde" - Quindicesima puntata

"Il licenziamento" Il giuslavorista Davide Pollastro risponde ai quesiti dei nostri lettori e affronta i problemi che riguardano il tema occupazionale - (VIDEO)


Il giuslavorista Davide Pollastro fornisce pareri, consigli e valutazioni qualificate a chi gli sottopone le domande sui propri casi lavorativi personali. In questa puntata si spiegano Il Licenziamento, l'utilizzo delle raccomandate e delle lettere ricevute.
Questa la nostra nuova rubrica "L'avvocato risponde", dedicata ai problemi del mondo del lavoro.

Grillo: "Trump sembra un moderato"

"Non ho una carica politica, senza reddito pubblico, questo è quello che sorprende tutti, sono Inclassificabile"- Inizia così l'intervista di Beppe Grillo al settimanale francese "leJdd"


Beppe Grillo risponde senza peli sulla lingua alle domande del giornalista francese, parlando sia del neo presidente degli stati Uniti, Donald Trump, sia del presidente Russo VladimirPutin. Due facce della stessa medaglia. - "Sono abbastanza ottimista su Donald Trump", secondo Grillo un Presidente degli Stati Uniti che potrebbe ispirare idee e azioni politiche nuove. E incalza: - "deve prima però andare dal parrucchiere, cambiare il suo look! Scherzi a parte, io sono abbastanza ottimista. Ho letto uno dei suoi libri in cui scrive cose molto sensate, la necessità, per esempio, di riportare l'attività economica negli Stati Uniti. Ha detto ciò che era necessario sul protezionismo cinese. Trump mi sembra moderato, i media hanno distorto le sue opinioni e si sono semplicemente adattati a ciò che l'opinione pubblica continuava a dire di lui. La percezione che abbiamo di Trump è distorta. Ha attuato una politica economica interna in cui esorta le grandi aziende a non andare in Messico, ma a rimanere negli USA con una azione di abbattimento delle tasse. E' a favore della piccola impresa e al ritiro dei militari americani di stanza in tutto il mondo. Come posso non essere d'accordo con tutto questo". Alla domanda del giornalista in cui gli chiedeva se lui "il fondatore del M5S" si sentisse europeo ha risposto: - " Sì, anche se oggi questa Europa è un fallimento totale. Questa è una macchina enorme, con due parlamenti a Bruxelles e Strasburgo, che servono solo a soddisfare i francesi. L'Europa è nata con la parola "comunità",  poi cambiata in "unione" per la moneta che, secondo me, dovrebbe essere comune e non unica. Io sono per una Europa diversa, dove ogni Stato può adottare il suo sistema fiscale e monetario. Vorrei che l'Eurobond fosse, un euro svalutato del 20% per i paesi dell'Europa meridionale, la tutela dei nostri prodotti rispetto a quelli provenienti dall'estero, una revisione del disavanzo del 3% budget. Purtroppo non riesco a trovare tutto questo nello spirito dell'Europa di oggi". -  Quindi un Beppe Grillo Sostenitore di un reddito universale, ma anche a favore di un patriottismo economico alla Donald Trump e alla politica estera attuata da Vladimir Putin.

Sottoscrivi questo feed RSS

FEED RSS