Log in
updated 2:49 PM UTC, Jul 14, 2020

Coppe europee, cambia tutto: ecco le Final Eight. Finale di Champions a Lisbona, Europa League in Germania. Ceferin: "Pubblico? Valuteremo"

Champions League ed Europa League: come ripartiranno e come finiranno ilComizio.it Champions League ed Europa League: come ripartiranno e come finiranno

La decisione ratificata dal Comitato esecutivo dell'Uefa, in campo dal 12 al 23 agosto. Per Juve-Lione e Barcellona-Napoli resta in piedi l'ipotesi Portogallo. In Germania la fase finale di Europa League (10-21 agosto, finale a Colonia), gare secche negli ottavi per Inter e Roma, Supercoppa europea a Budapest. Confermate le sedi della fase finale dell'Europeo


UEFA Champions League | Blauw Research

Ora è ufficiale. La Champions League 2019-2020 sarà assegnata con una Final Eight che si disputerà in Portogallo. La decisione è stata presa dal comitato esecutivo della Uefa. Anche l'Europa League si concluderà con una Final Eight da giocare in Germania. La Supercoppa Europa, invece, si svolgerà a Budapest. Istanbul, che sarebbe dovuta essere la sede della finale di Champions di quest'anno, ospiterà la finale del 2021. Slitteranno di conseguenza di un anno gli appuntamenti con le altre città prescelte per ospitare le finali, l'atto finale della massima competizione europea per club si terrà a San Pietroburgo nel 2022, a Monaco di Baviera nel 2023 e a Londra nel 2024.

LE DATE CHAMPIONS 

La Champions League sarà assegnata il 23 agosto a Lisbona. Quarti di finale, semifinali e finale si disputeranno con la formula della Final Eight a eliminazione diretta in gara unica all’Estádio do Sport Lisboa e Benfica e all’Estádio José Alvalade di Lisbona a partire dal 12 agosto. Le restanti partite degli ottavi si giocheranno il 7 e l'8 agosto, ma è ancora da decidere se negli stadi delle squadre di casa o in Portogallo. Se necessario si aggiungeranno l’Estádio do Dragão di Porto e l’Estádio Dom Afonso Henriques di Guimarães. I quarti di finale si terranno il 12, 13, 14 e 15 agosto, le semifinali il 18 e 19 agosto. I sorteggi per i quarti di finale e le semifinali si terranno il 10 luglio a Nyon e il programma esatto delle partite verrà comunicato a seguito di tale sorteggio. Tutte le gare andranno ai tempi supplementari ed eventualmente ai calci di rigore in caso di pareggio al termine dei 90’ regolamentari. Le squadre saranno autorizzate a registrare tre nuovi giocatori nella loro Lista A per il resto della stagione. Saranno inoltre consentite le cinque sostituzioni.

EUROPA LEAGUE 

La Final Eight di Europa League si disputerà in Germania, a Gelsenkirchen, Dusseldorf, Duisburg e Colonia, che sarà la sede della finale il 21 agosto. Gli ottavi si disputeranno il 5 e 6 agosto, ma anche in questo caso verrà stabilito in un secondo momento se le gare di ritorno si giocheranno nello stadio della squadra di casa oppure in Germania. Diversa la situazione di Inter-Getafe e Roma-Siviglia, di cui era stata posticipata anche la sfida d'andata: si giocheranno in forma di gara singola in sede da confermare. I quarti si terranno il 10 e l'11 agosto, le semifinali il 16 e il 17 e la finale come detto il 21 a Colonia.

SUPERCOPPA EUROPEA 

La Supercoppa Europea invece si giocherà il 24 settembre a Budapest. Fissata la ripresa anche per la Champions femminile, che si giocherà con una Final Eight fra il San Mames di Bilbao e l'Anoeta di San Sebastian, in Spagna, ad agosto.

CEFERIN: "NESSUN PIANO B"

"Sono felice che siamo riusciti a far ripartire quasi tutte le nostre competizioni. Il calcio sta guidando il ritorno verso una vita più normale in Europa, e voglio ringraziare in particolare gli operatori sanitari che si sono presi rischi e hanno fatto sacrifici per darci l'opportunità di giocare ancora". Così il presidente della Uefa, Aleksander Ceferin, ha commentato il calendario per la ripartenza. "Oggi non c'è alcuna ragione per pensare a un piano B anche se monitoriamo la situazione giorno per giorno. Se dovessi rispondere oggi, non penso che sarebbe possibile avere spettatori alle Final Eight di Champions ed Europa League, ma le cose cambiano rapidamente: un mese fa non potevo dire se avremmo ripreso a giocare e ora lo faremo. Non abbiamo deciso ancora se ci saranno o no spettatori, valuteremo la situazione all'inizio di luglio e vedremo. Sarebbe sbagliato per noi deciderlo in anticipo in base alla situazione in questo momento".

AGNELLI: "SPERO TORNINO PRESTO I TIFOSI" 

Soddisfatto il numero uno della Juve, presidente dell'Associazione club europei e membro del Comitato Esecutivo Uefa, Andrea Agnelli: "Le decisioni prese oggi sono tra le più importanti che la Uefa abbia mai dovuto prendere. Innanzitutto, è una gioia rivedere il calcio, nonostante l’assenza generale di tifosi necessaria per garantire la sicurezza pubblica. Speriamo che questo elemento possa cambiare presto, poiché il calcio vive grazie alla passione dei tifosi".
 
Fonte: gazzetta.it
 

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.