Log in
updated 2:49 PM UTC, Jul 14, 2020

Digital Week 2020, a Milano edicole tecnologiche e servizi per i cittadini. L'innovazione per uscire dall'emergenza

  • Scritto da Redazione
  • Pubblicato in Tecnologia

Dal 25 a 30 maggio a Milano è tempo di Digital Week. La manifestazione, giunta alla sua terza edizione, si propone come il punto di riferimento di tutta l'innovazione digitale: dalla produzione manifatturiera al design, dalla multimedialità all'advertising e, naturalmente, allo smartworking. Tra i numerosi temi affrontati: lavoro, salute, economia e media, in una sei giorni di partecipazione attiva, gratuita, rigorosamente online


Milano Digital Week 2020, la Città Trasformata » inno3

In questa settimana dal 25 al 30 maggio, le edicole di Milano lanciano la Digital Week 2020. In un momento così delicato durante la fase di rientro alla normalità, per favorire il contenimento ed evitare assembramenti, i vari “sportelli di quartiere” dislocati per la città, possono emettere: certificati anagrafici, di nascita, di cittadinanza, offrendo la possibilità al cittadino d’incontrare l’Amministrazione Comunale comodamente proprio sotto casa, alleggerendo così oltre l’affluenza di persone presso gli uffici pubblici ma anche sui mezzi di  trasporto.

Si tratta, precisamente, del protocollo Edicole “INFOMI” ideato e creato per rinnovare le edicole e renderle ancora più produttive con un nuovo modello e nuove logiche  di business sicuramente più evolute, innovative, uniche e tecnologiche da riproporre anche nei diversi Comuni d’Italia, perché costituito da servizi digitali atti ad agevolare anche e soprattutto la comunicazione in favore sia dei cittadini e che dei turisti, con 150 touchpoints, piattaforme interattive per risolvere le necessità di un consumatore sempre più esigente e sempre di corsa, e offrire assistenza, dotati di wi-fi, bluetooth, pagamento NCF, due telecamere, un sistema audio e tanto altro. Inoltre viene data la possibilità di ritirare presso l’edicola pacchi ordinati on line con tempi di ritiro pressoché immediati, con consegna merci a km0, dunque non più furgoni per la consegna a domicilio con intasamenti stradali continuativi sia di giorno che di notte bensì solo trasporto notturno insieme ai giornali, minimizzando così i rischi alla salute del cittadino e contenendo il più possibile il grave problema incombente sull'inquinamento. 

Konny Bilotta

Ultima modifica ilGiovedì, 28 Maggio 2020 17:44

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.