Log in
updated 2:49 PM UTC, Jul 14, 2020

Videogiochi online, cosa sapere per effettuare dei pagamenti sicuri

  • Scritto da Zonca2020
  • Pubblicato in Tecnologia
In evidenza Videogiochi online, cosa sapere per effettuare dei pagamenti sicuri

Una password complessa non è l'unico modo per proteggere le carte di credito quando si effettuano acquisti nei videogiochi.


Il furto di carte di credito o credenziali bancarie è una delle minacce che spesso devono affrontare i giocatori, una particolare attenzione va prestata ai giocatori in erba, ai bambini, perché spesso a pagarne le conseguenze sono i genitori. Non importa se l'attacco è di tipo massiccio, cioè contro il gioco, o diretto, cioè contro la persona, esistono diverse precauzioni che possono minimizzare i rischi.

Naturalmente, ci sono una serie di misure comuni a qualsiasi account che possono essere applicate, come scegliere password complesse, non riutilizzarle e cambiarle spesso. Inoltre, non dovrebbero essere condivise o scritte a meno che non vengano eseguite in un gestore chiavi che crittografa le informazioni.

Secondo il Rapporto sulla sicurezza e i videogiochi online e gli eSport, nel caso dei pagamenti, si rileva una curiosità: le persone che non sono necessariamente titolari del conto bancario vengono attaccate più spesso, perché il furto dei dati sensibili viene scoperto dopo più tempo. Molti genitori usano le loro carte per gli acquisti online dei bambini, questo potrebbe renderli ignari del fatto che i loro dati sono stati compromessi, fino a quando non è troppo tardi. Pertanto, in caso di notifiche confuse o si sospetti che le informazioni sulla carta di credito utilizzata per i pagamenti online, possano essere state "ottenute" da una terza parte, il blocco immediato della carta è la soluzione per stare più tranquilli. Tuttavia, è molto più sicuro non associare mai direttamente una carta, esistono dei portafogli elettronici che offrono maggiori livelli di sicurezza.

Ovviamente tutti i servizi dovrebbe essere mantenuti senza che a essi si associato un conto bancario: quando necessario, il denaro verrà nuovamente introdotto, ma senza una "traccia" dell'origine del denaro.

Le carte regalo fisiche per servizi come PSN, Google Play, Spotify e simili, sono un'altra opzione sicura, anche se un po 'meno pratica, in quanto richiede un acquisto fisico.

Un ulteriore passo avanti è creare un'e-mail specifica per il profilo di gioco (se richiesta) e che non vengono fornite informazioni che consentano l'identificazione del giocatore.

Infine, quando si riempiono le borse elettroniche di ciascuno di questi negozi, è conveniente farlo solo con l'importo che verrà speso in quel momento. In questo modo, ogni centesimo degli acquisti all'interno dei videogiochi è protetto e il vostro conto anche...

Tutti questi suggerimenti sono applicabili ai videogiochi su console o computer, ma hanno un problema quando parliamo di piattaforme mobili, molte volte il telefono o il tablet utilizzato per giocare appartiene al genitore. In questo caso, il pericolo non è tanto il conto corrente, ma gli acquisti indesiderati (o, meglio dire, indesiderati da parte dell'adulto).

In questo caso, la conferma tramite password o dati biometrici, prima di ogni acquisto deve essere sempre attivata e, se il sistema operativo lo consente, attivare diversi profili che non abbiano i privilegi di amministratore.

Al contrario, se il dispositivo appartiene alla persona che lo utilizza, è possibile ricorrere a portafogli elettronici ed escludere l'uso di carte di credito. Ancora una volta, l'acquisto di buoni regalo è la migliore garanzia di sicurezza.

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.